0 Shares 21 Views
00:00:00
15 Dec

Berlusconi a Porta a Porta: adesso parlo io

La Redazione
6 maggio 2009
21 Views

Si intitolava Adesso parlo io la puntata di Porta a Porta che ieri sera ha avuto come protagonista, in un one-man show che tutti ci aspettavamo, il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, chiamato a raccontare a tutta Italia la sua versione dei fatti soprattutto per quel che riguarda le sue faccende personali.

Ad inizio puntata, forse per evitare le critiche, Vespa dichiara a gran voce che l’intervento di Berlusconi era già in programma e prevedevache si parlasse del primo mese dopo il terremoto all’Aquila ma siccome le cose hanno preso una piega diversa, ecco qua che la puntata verte tutta sulla faccenda privata che riguarda il premier, la moglie e le diciottenni.

Il primo affondo Berlusconi lo riserva come al solito all’opposizione
, riducendo a mera questione politica quella che a tutti appare più come una questione personale e di dignità: "è tutta colpa della sinistra e della sua stampa che non riescono ad accettare la mia popolarità al 75%. E, visto anche lo stato in cui la sinistra è ridotta, ha cominciato con attacchi personali fondati sulla calunnia".

Aggiunge che non si aspettava "questa tempesta anche se falsificazioni di certa stampa in passato hanno portato a problemi. Già in passato si disse che avevo detto ad una ragazza ti sposerei e invece io avevo detto sei proprio una ragazza per bene, sei proprio da sposare" e si dice convinto che tutta questa vicenda non gli farà perdere consensi nel mondo cattolico e che "quando tutti conosceranno la verità non potranno che prendere atto che non c’è stata alcuna attività negativa. Quando tutto sarà chiarito sono sicuro che aumenterà una considerazione già grande perchè con il Vaticano, per loro stessa affermazione, con il nostro governo ci sono i migliori rapporti ci sono stati con un governo finora".

Berlusconi parla poi delle veline che "non sono in lista" sostenendo di essere del tutto in disaccordo con chi "connota negativamente le ragazze che per emanciparsi fanno questo lavoro" e aggiungendo che "i nostri parametri sono quelli della Gelmini, di Carfagna, Ravetto, tutte donne che nel Parlamento italiano bagnano il naso agli uomini con presenze che sfiorano il 98%".

Quando si passa a parlare di Noemi Letizia, delle foto e del divorzio, Berlusconi continua ad inveire contro la stampa e sostiene si tratti della solita montatura studiata ad arte: "il fatto che io frequenti minorenni è una menzogna. Il padre di quella ragazza mi aveva chiamato perchè voleva un appuntamento con me e voleva parlarmi".

L’equivoco, secondo il Cavaliere, è stato colpa di Repubblica, il quotidiano che insieme alla Stampa aveva anticipato la decisione della Lario di chiedere il divorzio "è nato tutto così: Repubblica, sempre Repubblica, fa un titolo in cui sottintende una mia frequentazione con una ragazza che facendo quel giorno diciotto anni fino al giorno prima era minorenne". Per Berlusconi è da pazzi frequentare minorenni e poi farsi notare in pubblico "in un luogo frequentatissimo e fotografatissimo".

Quanto all’ipotesi che le fotografie sulla festa di Noemi Letizia a Casoria pubblicate dal settimanale Chi possano essere ritoccate, Berlusconi parla ancora di "pervicacia delle gazzette della sinistra" che non riescono a comprendere quanto in realtà quelle foto siano vere.

Poi Berlusconi parla del rapporto con Veronica Lario: "a mia moglie voglio un mare di bene e sul rapporto con lei non voglio aggiungere altro" sottolineando che certe vicende "hanno provocato qualcosa di non totalmente razionale" e che "chi è incaricato di funzioni pubbliche possa accettare la continuazione di un rapporto solo se si ammette" che le accuse erano basate su due menzogne e "se si dichiara pubblicamente che si è incorsi in un errore".

Quanto al divorzio, "è doveroso non parlarne" mentre sul rapporto con i figli, Berlusocni dice di volere loro "un bene dell’anima e da loro sono riamato in maniera più totale. Credo, compatibilmente con i miei impegni di presidente del Consiglio, di essere un padre assolutamente straordinario, amatissimo dai suoi figli. Questo lo so di sicuro".

Poco spazio per parlare di terremoto e di crisi economica ma d’altronde, di fronte al gossip, a chi interessa sapere dove andremo a finire?

Berlusconi a Porta a Porta, i video:

Loading...

Vi consigliamo anche