Britney Spears rovinata da Lufti?

La mamma di Britney Spears non ha freni nè limiti e ha deciso di dire la sua sulle condizioni della figlia.

Lynne Spears ha infatti presentato una serie di documenti in Tribunale in cui si sostiene che il manager e "amico" di sua figlia Britney, Sam Lufti, la drogava per impossessarsi dei suoi beni.

Nei documenti si legge che "Lufti aveva tagliato i fili del telefono di casa di Britney e le aveva sequestrato la batteria del cellulare" e che "le urlava, cercava di controllare tutto: il commercialista, gli avvocati e le guardie del corpo al cancello".

Lynne ha anche raccontato che il 28 gennaio, prima che la figlia fosse sottoposta al secondo ricovero, andò a trovarla nella casa di Studio City, dove la star vive, trovandola in uno stato disperato: "Britney era molto agitata non riusciva a stare ferma. Puliva la casa, si cambiava i vestiti più volte, cambiava i vestiti ai suoi cani altrettanto spesso. Mi parlò con un tono e un livello di comprensione di una bambina piccola".

Non solo, perchè mamma Spears ha spiegato che Sam Lufti le disse di aver spezzettato nel cibo di Britney dei calmanti e che le aveva detto che doveva prendere "dieci pillole al giorno" se voleva rivedere i suoi figli.

 Se davvero fosse così è proprio il caso di dirlo: mai circondarsi di cattive amicizie!