Britney torna in ospedale

Altro che clinica di disintossicazione per Britney Spears, carivata su un’ambulanza l’ha trasportata dalla sua casa di Los Angeles in ospedale, almeno secondo quanto confermato dalla polizia locale citata dal sito della Cnn.

La Spears è stata ricoverata all’una e mezza del mattino con il codice 5150, ovvero "persona che ha messo in pericolo la sua vita o quella degli altri".

Che si tratti di tentato suicidio è smentito però dall’entourage della cantante, mamma compresa, che ha spiegato che "Britney ha solo bisogno di aiuto".

Dacirca una settimana l’ex lolita del pop è visitata ogni giorno da psichiatri che la aiutano e il 3 gennaio scorso era stata portata al Cedar Sinai Medical Center di Los Angeles per verificare se fosse sotto l’influenza di alcol o stupefacenti e per una perizia psicologica; la polizia era stata infatti chiamata durante la notte dalla sua abitazione, per tentare una conciliazione nell’ambito di una disputa sull’affidamento dei due figli avuti dall’ex marito Kevin Federline, dal quale ha divorziato nel novembre 2006.

Secondo le ultime indiscrezioni, sembra che la cantante sia dipendente dalla metanfetamina, una droga nota anche come Ice o Shaboo; nel febbraio 2007, dopo essersi rasata a zero, ha trascorso circa un mese in una prestigiosa clinica di Malibu, dove ha seguito un programma di disintossicazione.