0 Shares 7 Views
00:00:00
11 Dec

Caterina Balivo bocciata in latino da Sorrisi

LaRedazione
16 febbraio 2009
7 Views

Caterina Balivo si era autoincensata col Corriere, dichiarando di andare a lezioni di letteratura latina?

Il settimanale Sorrisi e Canzoni Tv ha deciso di metterla alla prova, sottoponendola all’interrogazione di un ricercatore papirologo all’Università Cattolica di Milano.

Il risultato? Un vero disastro!

Sbaglia il vocativo singolare di rosa, rosae, che è l’abc del latino in quanto sostantivo più elementare della prima declinazione. Poi prova a declinare il plurale, ma si incespica in più punti: "Rosa, no forse rosae, rosarum, rosis. Poi che c’era? L’accusativo. Rosis? No rosam. Non mi ricordo (era rosas ndr)".

Ma la vera perla è quando il prof le fa un trabocchetto, attribuendo la celebre ode Odi et amo a Orazio.

Lei ci casca come una pivellina, senza ribattere che l’autore in realtà è Catullo: "e come no? Orazio ha scritto una grande verità: si può odiare e amare la stessa persona".

A compensare la totale insufficienza in latino è la sua ostentata conoscenza della letteratura russa, che in realtà si riduce ad Anna Karenina di Lev Tolstoj, da lei letto tre volte: "lei è il mio mito, il mio personaggio di riferimento. Ha fatto scelte drastiche, ha abbandonato tutto per amore. Io sono pronta a fare la stessa cosa; lo dice anche Paolo Fox: ho la Luna in Toro e quindi via con i sentimenti forti".

Anche l’altra "pupilla" del direttore di RaiUno Fabrizio Del Noce, Eleonora Daniele, dovrebbe andare a ripetizioni di latino, visto che è stata "rimandata" da Il Giornale.

Una lettera pubblicata dal quotidiano sottolinea che la conduttrice maltratterebbe settimanalmente la lingua classica a Ciak, si canta, pronunciando junior all’inglese (giunior) anziché alla latina (iunior). La risposta del Giornale? "E’ una giunior pure lei…".

Vi consigliamo anche