Crisi mistica per Paris Hilton

Ha probabilmente trovato il modo migliore per far parlare di sè Paris Hilton che, sulla bocca di mezzo mondo per la sua condanna, la sua scarcerazione preventiva e la decisione di rispedirla nuovamente in carcere, ha affidato ad una trasmissione televisiva i suoi pensieri.

La Hilton, intervistata dalla giornalista Barbara Walters in collegamento telefonico con una trasmissione della Abc, ha sostenuto che la sua condanna al carcere è un messaggio di Dio, che vuole indurla a rinunciare a una vita di feste e divertimenti, diventando un modello positivo per tutte le donne.

“Oggi sono un’altra persona”, ha detto l’ereditiera Hilton alla Walters. “Agivo stupidamente, ma era solo un atteggiamento. Ho 26 anni, e quell’atteggiamento non mi sta piu’ bene. Io non sono così, e non voglio essere quel tipo di persona per le ragazze che guardano a me come a un modello”.

La stessa Walters, che l’ha incontrata in carcere, ha detto che Paris Hilton le è sembrata “stanca, ma pienamente consapevole di quello che diceva” anche se circolano voci relative a presunti sedativi somministrati alla bionda ereditiera a causa di squilibri non di poco conto.

Paris ha anche raccontato che trascorre le ore libere leggendo i quotidiani, il Los Angeles Times e il Wall Street Journal in particolare e libri a sfondo religioso come The Secret, The Power of Now e la Bibbia; “quando non sono nella mia stanza vado a giocare a ping-pong”, ha detto la Hilton, confermando che trascorrerà il resto della detenzione nell’ospedale del carcere, il Twin Towers Correctional Facility, in un’infermeria da sola.

Paris Hilton ha poi aggiunto di voler dare una svolta alla propria vita una volta uscita dal carcere: “ora so che posso fare la differenza, che ho il potere di farlo. Ho pensato che quando sarò fuori di qui farò cose completamente diverse. Al mio spirito, alla mia anima, non piaceva il modo in cui ero vista, e per questo sono stata mandata in carcere. Dio mi ha liberata”.

“Credo che lo scopo della mia vita sia essere proprio dove mi trovo”, ha concluso. “Al mio spirito, alla mia anima, non piaceva il modo in cui ero vista, e per questo sono stata mandata in carcere. Dio mi ha liberata”.

Crisi mistica per Paris Hilton? Vedremo quanto durerà e se, una volta uscita dal carcere, il divino non si manifesterà nuovamente in lei con borsette super firmate, accessori di gran moda, ospitate televisive, gossip spinto e televisione a gogo.

D’altronde secondo il sito di gossip Tmz la permanenza di Paris Hilton in carcere sta costando allo Stato della California dieci volte di più di quanto costa normalmente la detenzione di una donna: mai perdere il vizio di essere trattate con i guanti…