Kate Moss per TopShop fa impazzire Londra

Kate Moss ha lanciato la sua prima linea di abbigliamento per la catena londinese TopShop scatenando orde di fan accanite che si sono ritrovate in Oxford Street per acquistare i capi disegnati dalla modella.

Capi che si ispirano al suo abbigliamento e una collezione composta da mini abiti a fiori, gilet da uomo portati sopra a pantaloncini di jeans cortissimi, giacche a vita stretta e pantaloni attillati; gli esperti di moda hanno così avuto l’occasione di criticare Kate Moss, considerata poco originale e soprattutto furba per aver solo reso il suo guardaroba accessibile a tutte le donne del mondo.

La collezione sarà a breve lanciata in altri 21 Paesi, compresa la catena americana Barney’s e il prezzo dei capi di vestiario parte dai 20 euro per degli abitini ai 200 euro per le giacche di pelle.

Kate Moss segue di qualche mese l’ingresso di Madonna nel redditizio mercato della moda dopo l’accordo con la catena H&M; per la stessa catena a breve si “esprimerà” anche Kylie Minogue, mentre la cantante Lily Allen ha stipulato un contratto con la catena New Look.