Keira Knightley vince causa contro Daily Mail

Keira Knightley ha vinto la causa per diffamazione intentata qualche mese fa contro il Daily Mail che aveva scritto che l’attrice era anoressica, era vittima di “disordini alimentari” e le aveva attribuito la responsabilità morale per la morte di una ragazza anorressica.

Il quotidiano dovrà pagare all’attrice 4350 euro che saranno versate a Beat, una fondazione per la cura di chi soffre di disordini alimentari e mentali.

Il Daily Mail aveva pubblicato una foto dell’attrice in bikini, scattata senza il suo consenso, mentre era in vacanza su una spiaggia delle Hawai aggiungendo una didascalia attribuita alla madre di un’adolescente morta a causa dell’anoressia, Sophie Mazurek: “se foto così, come questa di Keira, fossero accompagnate da un allerta sulla salute, la mia adorata figlia forse sarebbe ancora viva”.

L’avvocato dell’attrice, Simon Smith, ha raccontato al giudice, David Eady, che Keira si sottopone a diete rigorose e a programmi di fitness per interpretare alcuni ruoli ma che il suo peso da anni non oscilla che di pochi etti ed è ritenuto accettabile considerata l’età.