0 Shares 9 Views
00:00:00
15 Dec

L’eredità di Michael Jackson è un affare di famiglia

17 novembre 2009
9 Views

Non si placa la fame di soldi del padre di Michael Jackson che, scontento per la ripartizione del patrimonio lasciata dal figlio, ha deciso di ricorrere formalmente in appello.

Joe Jackson, scrive il sito TMZ, chiede la sostituzione di John Branca e John McClain, i due due uomini d’affari nominati di esecutori dell’eredità del figlio, anche se il giudice di Los Angeles Mitchell Becklogg, aveva sentenziato che non aveva diritto a pronunciarsi sulle questioni del figlio.

L’uomo sostiene però che l’incarico conferito ai due dal giudice è scorretto e non ha validità.

A parlare per la prima volta della morte del fratello è stata anche Janet Jackson, in un’intervista che la ABC manderà in onda nella serata di mercoledì 18 novembre.

Secondo Janet a causare la morte è stato solo dottor Conrad Murray che, per questo motivo, non dovrebbe più praticare la professione medica.

La sorella del Re del Pop ha ricordato anche il giorno della morte di Michael: "ero a casa mia a New York quando ho ricevuto una chiamata da parte del mio assistente che mi diceva che mio fratello era stato portato all’ospedale ed era stato ripreso dalla CNN. Ho chiamato tutti ma era sempre occupato poi sono riuscita a parlare con mia madre, con Tito, con Austin, con mia sorella La Toya. Dico loro di telefonarmi appena arrivano in ospedale ma non mi ha richiamato nessuno e ho scoperto, telefonando per conto mio, che Michael era morto. Anche adesso per me è molto difficile da credere".

Pubblico e privato continua a mescolarsi, Jackson a far vendere e la famiglia a fiutare l’affare…

Loading...

Vi consigliamo anche