La vita di Mike Tyson in un biopic?

Mike Tison torna a far parlare di sè, questa volta non per qualche tristemente famoso episodio di violenza ma per un progetto cinematografico che, a suo dire, sta per vedere la luce.

Autocandidandosi nelle vesti di produttore, porterà sul grande schermo la storia della sua vita; un momento autobiografico che il pugile desidera affidare alla recitazione e alla bravura di Jamie Foxx, l’attore protagonista di Ray, vincitore di un premio Oscar proprio per la sua bella ed intensa interpretazione di Ray Charles.

A far sapere ciò è stato lo stesso Tyson, spiegando che i due sarebbero già in contatto da tempo e svelando anche il perchè di un film sulla sua vita: "Sono stanco di perdere. Ho perso la fiducia della mia famiglia, dei miei cinque figli. Non mi piace quella vita che ho fatto per troppo tempo e ho deciso di cambiare. Ho visto il diavolo e non mi e’ piaciuto".

Sembrerebbe una sorta di dichiarazione di intenti, una voglia di riscatto per gli sbagli del passato; è pur vero che l’ex campione dei pesi massimi è sommerso di debiti per via di una bancarotta e questa sua biografia cinematografica potrebbe fruttargli bene.

A prescindere da queste valutazioni di carattere materialista, oggi come oggi appare particolare la scelta di Jamie Foxx nel ruolo di Tyson, non in fatto di capacità di interpretazione, quanto in merito alla evidente diversità di fisicità tra i due.
Il pugile, però, sembrerebbe non voler sentire ragioni e puntare deciso su Jamie, certo che non ci sia altro attore più tagliato di lui per quella parte.

Tra dichiarazioni unilaterali ed entusiasmo forse un po’ prematuro, ancora nulla è trapelato in merito ad un possibile inizio delle riprese, ad una sceneggiatura o al regista che curerà questo biopic.
Quindi, sembra probabile che la faccenda richiederà ancora del tempo; giustamente, anche per permettere a Foxx di metter su massa e scolpire il fisico…