Lindsay Lohan accusata di furto

E’ di pochi giorni fa la notizia per cui Lindsay Lohan avrebbe deciso di redimersi iniziando con la partecipazione come ospite al fortunato telefilm Ugly Betty che ecco un’altra tegola precipitare addosso alla Mean Girl americana.

La Lohan è stata infatti accusata da una studentessa di averle rubato la pelliccia da 11.600 dollari e la denuncia è stata raccontata dalla pettegolissima trasmissione Entertainment Tonigh.

Marsha Markova, studentessa della Columbia University di New York, aveva perso le tracce del suo giaccone il 26 gennaio scorso al termine di un party privato di compleanno cui partecipava anche la Lohan: la ragazza aveva perso ogni speranza di ritrovare la pelliccia, regalo della nonna generosa, fino a quando sull’uscita dell’11 febbraio della rivista Ok! Magazine ha visto alcune foto della serata incriminata in cui Lindsay Lohan usciva dal locale con la giacca di visone biondo addosso.

Due giorni più tardi la direzione del 10ak, il locale che aveva ospitato la festa, aveva comunicato a Marsha Markova con la massima discrezione di avere “qualcosa da consegnare".

Immediata la replica dei portavoce di Lindsay Lohan secondo cui "questa donna sta cercando di farsi pubblicità, Lindsay Lohan non ha rubato niente. Il cappotto era stato perso e il club 1 Oak (dove è avvenuto il furto, ndr) l’ha ritrovato e restituito".

Ma la studentessa rilancia, piccata, sostenendo: "non vedo come possa essersi trattato di un errore".

Per questo ora chiede a Lindsay Lohan un risarcimento di 10.500 dollari per aver preso in prestito il capo, restituito peraltro pare in pessime condizioni, per tre settimane.