0 Shares 14 Views
00:00:00
15 Dec

Lo sfogo di Chiara Giordano: ‘Raoul doveva stare zitto!’

LaRedazione
16 ottobre 2013
14 Views

Botta e risposta tra Raoul Bova e la moglie Chiara Giordano in merito alla loro separazione, che è ormai divenuta pubblica grazie alle dichiarazioni rilasciate dall’attore alla rivista “Vanity Fair”. Chiara Giordano non ha perso tempo ed ha affidato la sua risposta alle pagine del settimanale “Chi” dichiarando di essere rimasta molto delusa dalle rivelazione del marito circa la loro vita privata, che nel corso di 16 anni non era mai finita sui giornali, principalmente per tutelare i figli.

Secondo Chiara Giordano i problemi della famiglia dovevano restare tra le mura di casa, ma evidentemente qualcosa nell’atteggiamento del marito è cambiato. Nell’intervista rilasciata al settimanale la Giordano ritorna anche sulla crisi tra lei e Bova, il cui inizio risale a circa due anni fa, quando ci furono delle incomprensioni causate principalmente dalla lunga assenza da casa da parte dell’attore, che con il passare del tempo non si sono risolte, ma addirittura complicate, tanto da arrivare alla separazione che, secondo Chiara Giordano, andava gestita in maniera differente.

Raoul Bova nel servizio pubblicato da “Vanity Fair” ha ammesso la sua nuova storia d’amore con l’attrice spagnola Rocio Munoz Morales, che era stata sua partner sul set del film ” Immaturi – Il viaggio ” pur dichiarando che la sua relazione con la moglie era finita prima della storia con la 25enne spagnola, e che non è certamente questa la causa che ha condotto alla separazione.

Le notizie sui problemi tra Raoul Bova e la moglie erano già state oggetto di diverse indiscrezioni nei mesi scorsi, insieme ad altre legate a problemi dell’attore con il fisco che gli ha sequestrato beni per un valore complessivo di 1,5 milioni di euro, ed alla sua presunta “omosessualità”. Il settimanale di gossip ha chiesto la sua opinione sulla vicenda anche alla madre della Giordano, Annamaria Bernardini, che svolge la professione di avvocato divorzista e che a proposito dell’ex genero si è limitata ad un commento secco “Raoul? Questa volta è indifendibile“.

Il problema con il fisco, sembra essere stato causato da alcuni “trasferimenti di costi ” operati tramite la società Sammarco, in modo da versare tasse inferiori ai guadagni reali. Secondo l’attore il sequestro è una vessazione inutile nei suoi confronti, perché dopo essersi accorto dell’errore compiuto dagli “amministratori” della società, ha provveduto a trovare un accordo con il fisco per il pagamento rateale delle somme dovute, cosa che sta già avvenendo.

Raoul Bova ha anche dichiarato che la somma dovuta è notevolmente inferiore al valore dei beni sequestrati. Per quanto riguarda la sua attività lavorativa Raoul Bova è attualmente impegnato nelle riprese del film “Indovina chi viene a Natale” diretto da Fausto Brizzi.

Loading...

Vi consigliamo anche