0 Shares 7 Views
00:00:00
11 Dec

Luca Ward quasi paralizzato contro la Magnolia

23 marzo 2010
7 Views

Scoppia il caso Luca Ward che, dopo il lancio sciagurato durante la prima puntata dell’Isola dei Famosi 7, annuncia battaglia contro la casa di produzione Magnolia.

Ward ne parla a Sorrisi e Canzoni in edicola oggi e dice: "ho rischiato di rimanere paralizzato a causa del tuffo dall’elicottero nella prima puntata dell’Isola. È stato un incidente ma dovuto alla leggerezza di chi ha organizzato l’operazione: non è stata considerata la bassa marea. Sono molto arrabbiato. Queste cose si organizzano con esperti di sicurezza in mare".

Poi aggiunge: "ho fratture vertebrali, l’osso sacro e il coccige rotto: stampelle e un busto da portare giorno e notte. Non riesco a vestirmi da solo, nè prendere in braccio i miei figli. Non posso guidare, nè stare seduto in posizione eretta. Simona Ventura non mi ha chiamato e non ho ricevuto telefonate dalla Magnolia. Anzi, all’inizio pensavano che stessi recitando. Nessuno della produzione mi ha chiamato per chiedermi come sto. Questo silenzio da parte della Magnolia mi sorprende e mi spaventa".

Per questo dice di voler adire le vie legali: "non era inizialmente nelle mie intenzioni, ma a questo punto ho chiesto al mio avvocato di contattare la società di produzione e di valutare la strada più opportuna per tutelarmi".

Immediata la replica della Magnolia che ha fatto sapere che "contrariamente a quanto dichiara nell’intervista rilasciata a Tv Sorrisi e Canzoni Luca Ward è stato costantemente assistito dalla produzione dell’Isola dei Famosi, immediatamente dopo la prima puntata e successivamente al suo ritiro" aggiungendo che "l’attore è stato accompagnato all’ospedale di Managua e sottoposto ad accertamenti medici, che hanno escluso la presenza di fratture. Al suo rientro in Italia Ward ha parlato con il Produttore esecutivo del programma ed è stato sottoposto, a cura di Magnolia, ad un’ulteriore visita neurologica ed ortopedica presso il Centro Diagnostico di Milano. Successivamente la produzione si è costantemente tenuta in contatto con l’agente di Ward, che ha avanzato richieste economiche da parte dell’attore. Visto il contenuto diffamatorio dell’intervista rilasciata a Tv Sorrisi e Canzoni Magnolia ha dato incarico ai propri legali di procedere a tutela della propria reputazione".

Botta e risposta a colpi di querele…

Vi consigliamo anche