0 Shares 23 Views
00:00:00
13 Dec

Martina Colombari attacca Balotelli: ‘Calciatore maleducato, perchè gioca?’

LaRedazione
17 ottobre 2013
23 Views

In un’intervista rilasciata a Radio 24, Martina Colombari ha attaccato duramente l’atteggiamento di Mario Balotelli, da un po’ di tempo nell’occhio del ciclone a causa di alcuni atteggiamenti aggressivi e di dubbio gusto. L’ultimo risale a qualche giorno fa, quando l’attaccante del Milan si è infuriato per un ritardo nella partenza del volo di ritorno a Milano dopo l’incontro Italia-Armenia.

I giocatori del Milan sarebbero dovuti partire con un aereo privato dall’aereoporto di Capodichino (Napoli), ma sono arrivati troppo tardi ed hanno trovato lo scalo chiuso; ma, mentre i compagni si sono limitati a tornare in albergo, Mario ha dato in escandescenze ed ha inveito contro i funzionari dell’aeroporto, “colpevoli” solo di aver seguito il regolamento. L’aeroporto di Capodichino, infatti, è chiuso dalle 23 alle 6, e la squadra è arrivata sul posto alle 23.30, mezz’ora dopo l’orario di chiusura.

Sgarbato anche con i fans, Balotelli si è rifiutato di firmare autografi. Ha poi chiesto (ed ottenuto) subito una vettura con autista, con la quale si è diretto all’aereoporto di Roma, mentre i colleghi hanno trascorso la notte a Napoli e si sono imbarcati sul volo per Milano il mattino seguente. “E’ un maleducato, l’ho detto anche a mio figlio” -ha detto la showgirl, moglie dell’ex-difensore rossonero Billy Costacurta– “Nessun grande calciatore si permetterebbe di fare quello che fa Balotelli”. A causa di questi suoi comportamenti, secondo l’ ex Miss Italia il calciatore non dovrebbe neanche giocare: soprattutto in quanto “simbolo anticamorra“, anzi, dovrebbe dare il buon esempio.

Ancor di più, dice la Colombari, perché i più giovani lo vedono come un modello da seguire. Assurdo anche, secondo lei, l’atteggiamento vittimistico mostrato dal calciatore in più di un’occasione. “Dice che ce l’hanno tutti con lui – ha detto – ma dovrebbe chiedersi perché”. E si è soffermata sui dettagli dei suoi litigi con i colleghi, con i cameraman e con tutte le persone che lavorano. La colpa di questi atteggiamenti sarebbe, secondo Martina, di chi dovrebbe arginarli: l’attaccante, infatti, sarebbe completamente libero di fare ciò che vuole. “Ne fa troppe” -ha continuato- ma la colpa è di chi gli permette di farlo”.

Già, come mai tanta indulgenza di fronte alle sempre più frequenti bizze di SuperMario? Forse una strategia per non farlo sentire sotto pressione e per ottenere da lui sempre i migliori risultati? Secondo Martina, l’ipotesi non regge. ” Ho in casa un marito ex giocatore del Milan che in 25 anni non si è mai permesso di fare il 3% di quello che ha fatto Balotelli finora, ed ha vinto molto di più”. Alle critiche SuperMario ha risposto su Twitter, prima con un rapido “Voi parlate, io segno” poi, qualche ora dopo, con un tweet molto più incisivo: “Smettetela di parlare e parlare, vivete e lasciatemi vivere”.

Vi consigliamo anche