0 Shares 20 Views 1 Comments
00:00:00
17 Dec

Morte Michael Jackson, ancora accuse a Conrad Murray

dgmag - 4 aprile 2010
4 aprile 2010
20 Views 1

La morte di Michael Jackson continua a fare notizia e non c’è settimana senza che qualcuno non si premuri di raccontare particolari, veri o inventati, destinati a rimescolare le carte in tavola.

Secondo un documento presentato dal padre del cantante contro il medico di Jackson, Conrad Murray, i servizi di emergenza riuscirono a far resuscitare il figlio un’ora dopo che il polso aveva smesso di battere.

A sostenere la tesi il quotidiano News of the World che pubblica un documento in cui si assicura che all’1,21 di notte dello scorso 25 giugno le infermiere e i medici hanno rilevato un battito cardiaco debole e che dunque si tratterebbe dell’ultimo sforzo fatto dal cantante per vivere.

Per dieci minuti il cuore del cantante, infatti, avrebbe continuato a battere anche se in maniera così debole che alla fine si è fermato per sempre.

"Dovrebbero rinchiuderlo e buttare la chiave. Quello che è successo è vergognoso"
, ha dichiarato il padre dell’artista, Joe Jackson.

Intanto proprio i legali di Conrad Murray hanno presentato la documentazione per evitare che al loro assistito sia ritirata la licenza e gli sia vietato di esercitare la professione e dunque di guadagnare e pagare i conti; il cardiologo è stato formalmente accusato di omicidio involontario a febbraio, e si è dichiarato non colpevole ma ad oggi rischia quattro anni di carcere.

Loading...

Vi consigliamo anche