0 Shares 11 Views
00:00:00
16 Dec

Neffa contro Emma Marrone su Twitter. Litigio per ‘Dimentico Tutto’

LaRedazione - 28 agosto 2013
LaRedazione
28 agosto 2013
11 Views

Litigio tra Neffa ed Emma Marrone su Twitter. Al centro della polemica, ci sarebbe il pezzo ‘Dimentico Tutto’, secondo singolo ufficiale tratto da ‘Schiena’, ultimo lavoro della cantante salentina. D’altronde ormai da tempo la vita delle star della musica e del mondo dello spettacolo vive una sua sostanziosa appendice sui social network, e Twitter, con la sua immediatezza e la sua capacità di dare vita a vivaci botta e risposta, sembra essere diventato il mezzo di comunicazione preferito per i personaggi con una certa visibilità pubblica. E così due nomi noti della scena musicale italiana non hanno esitato a lanciarsi frecciate a colpi di cinguettii.

Il motivo del contendere è il contenuto del testo di ‘Dimentico Tutto’, con Neffa che ha esplicitamente bollato come ‘stronzata‘ il concetto espresso da Emma nel pezzo, in cui dice “la storia non è la memoria, ma la parola“. Una frase che secondo Neffa ha chiari intenti revisionisti, anche se la paternità della stessa non può essere attribuita ad Emma, ma ad un altro giovane artista emergente della scena musicale italiana, Nesli, che si è occupato di scrivere il testo. Al tweet di Neffa hanno risposto immediatamente molti fans di Emma, attaccando il cantante che ha esplicitamente chiarito il suo punto di vista con un altro cinguettio, spiegando come a suo avviso una frase del genere possa essere interpretata in modo che, per fare un esempio storico, la negazione dell’Olocausto possa essere la parola, mentre i racconti delle vittime di Auschwitz siano in realtà memoria. Non è entrata comunque nello specifico Emma Marrone, che si è limitata ad ironizzare come un testo scritto per lei da Neffa tre anni fa, per la canzone ‘L’amore che ho’, non abbia certo vinto il premio Pulitzer… Una frecciata alla quale Neffa ha risposto smorzando i toni, definendo ‘L’amore che ho’ una semplice canzone d’amore peraltro ben cantata da Emma.

Il parere più atteso in questo botta e risposta è diventato comunque quello di Nesli, che ha chiarito il suo punto di vista in maniera piuttosto sibillina, limitandosi a riscrivere su Twitter la frase incriminata “la storia non è la memoria, ma la Parola“, scrivendo però volutamente il termine Parola con la lettera iniziale maiuscola. Un modo per ribadire il concetto della canzone, senza però specificare se l’interpretazione offerta da Neffa sia stata corretta, oppure se il cantante campano abbia equivocato quello che era tutto il senso del pezzo. Di sicuro, il lungo scambio polemico ha tenuto desta l’attenzione dei fans per tutta la giornata di ieri, ed ha dimostrato come i social network stiano diventando ormai la vera arena di riferimento anche per le polemiche tra personaggi pubblici, il tutto sotto gli occhi dei loro ammiratori.

Loading...

Vi consigliamo anche