0 Shares 22 Views
00:00:00
16 Dec

Nicole Minetti: ‘Io e Berlusconi: un’amicizia che si è trasformata in vero amore!’

Lea Stazi - 7 giugno 2013
7 giugno 2013
22 Views

Nel secondo appuntamento con il “processo Ruby” che vede coinvolti Emilio Fede, Lele Mora e Nicole Minetti per induzione alla prostituzione, abbiamo ricevuto delle notizie shock che arrivano proprio dall’ex igienista dentale più famosa d'Italia!

Oltre ad aver dichiarato ai cronisti: “Sto una favola! La politica non mi manca”, la cara Nicole prende la parola e in aula sfoga tutto il suo amore, passato, per Silvio Berlusconi: “Il mio è stato un sentimento di amore vero! E non ho mai invitato nessuno alle sue feste!”.

Nicole è indignata e disprezza le accuse diffamanti nei suoi confronti. La pressione mediatica ha fatto leva solo su di lei e la cattiveria e la malvagità dei giornalisti meriterebbe, a suo avviso, un’indagine. Hanno voluto macchiare il suo buon nome e ci sono riusciti! “Io non ero pronta alla carriera politica perché ancora troppo giovane!”.

Nicole racconta, fiera, il suo percorso formativo: all’età di 21 anni è arrivata a Milano per seguire un corso di igienista mentale e si pagava gli studi facendo lavori qua e là, ma l’incontro che le ha permesso la svolta è stato nel 2008 quando – galeotta fu la fiera del ciclo e motociclo – ha incontrato il premier Silvio Berlusconi. Ottenne il posto nel corpo di ballo del programma Colorado e, grazie all’aiuto intermediario di Maristhelle Polanco, iniziò il corteggiamento!

L’amicizia non ci mise molto a sfociare in una relazione. Nicole ammette di essere stata davvero innamorata del premier, di essere stata rapita dal suo fascino e di non aver potuto fare a meno di pensare sempre a lui.

Per quanto riguarda Rudy, il suo gesto nel difenderla a quel tempo era solo per una sorta di opera caritatevole. In fondo non è bello passare la notte in questura! E poi glielo aveva chiesto, come favore, il suo amatissimo premier, non poteva rifiutarsi!

Tutto è falso dunque! Non è vero che lei si occupava della gestione delle case in via Olgettina, e in più: “Le cene ad Arcore sono iniziate molto prima della mia frequentazione attiva. Non si sono nemmeno consumati gli oltraggiosi rapporti sessuali di cui tanto si discute”.

Per la Minetti ogni condanna dovrebbe essere rivista, compresa quella della Boccassini nei confronti del premier; proprio non ce la fa a vivere con le continue minacce rivolte alla sua persona e alla sua famiglia. Chissà se queste dichiarazioni struggenti cambieranno le carte in tavola, nemmeno l’amore tra Paolo e Francesca da Rimini è stato descritto con così tanta enfasi! Dante in che girone li avrebbe mai messi?

Lea Stazi

Loading...

Vi consigliamo anche