0 Shares 11 Views 1 Comments
00:00:00
11 Dec

Noemi Letizia e Gino Flaminio, due facce dello stesso reality

La Redazione
28 maggio 2009
11 Views 1

Noemi Letizia non si placa e, nonostante si sia "nascosta" e abbia incaricato la madre di far sapere all’Italia intera di essere dedita solo allo studio, denuncia di essere spaventata soprattutto perchè qualcuno avrebbe rubato le sue password.

A dichiarare ciò è stato il suo legale Giulio Costanzo che, come riferisce il quotidiano partenopeo Il Mattino, presenterà una denuncia alla polizia postale sostenendo che "le password personali di Noemi Letizia, con le quali fino a ieri mattina aveva navigato su internet, sono state intercettate e sul web c’è chi le sta usando".

Noemi invece millanta una sorta di ingenuità e dice: "non posso uscire e ora non posso nemmeno dialogare in rete con i miei amici. Anzi, mi trovo a firmare messaggi che non sono scritti di mio pugno. Ora ho paura".

"Sono stanca ed impaurita", aggiunge Noemi. "Tutti mi danno la caccia per i loro interessi. Che siano economici o politici per attaccare il presidente Silvio Berlusconi. E’ davvero brutto il mondo degli adulti. Ne ho avuto la prova con la pubblicazione del numero di Novella 2000. Quelle foto erano state scattate quando ero ancora minorenne e servivano per un book privato invece il fotografo le ha vendute. Senza averne titolo".

Il Mattino riferisce anche che a Noemi sarebbero uscite anche le lacrime: "tutte falsità quelle che sono state scritte, persino da un giornale autorevole come il Times di Londra. Scrivono e usano i giornali come armi. Mi hanno ferita. Mi sento svuotata. Mi devono spiegare il perchè di tanto male. Possibile che una festa di compleanno e una ragazza di provincia possano diventare un affare di Stato? Siamo davvero al paradosso".

"Mi manca la libertà delle cose quotidiane. Vado a scuola e poi sto chiusa in casa. Non vedo le mie amiche. Ora non posso più nemmeno comunicare con Internet. Figuriamoci il solo pensare di andare in discoteca o al cinema. Mi viene l’angoscia. Ho provato l’effetto della cattiveria gratuita. Fa molto male. Ho scoperto di avere ben dieci manager, eppure, tutti sanno che i miei interessi artistici li cura solo Roberto Sabatino. Qualcuno ha persino annunciato la mia partecipazione a un film dove avrei dovuto interpretare la parte dell’amante minorenne di un politico con tendenze pedofile. Se questa non è cattiveria…", conclude la ragazza secondo Il Mattino.

Intanto a Novella 2000 l’ex fidanzato Gino Flaminio chiarisce la sua posizione, dopo che a Ballarò Maurizio Belpietro aveva parlato della sua fedina penale sporca: "quattro anni fa avevo 18 anni o poco più quando con un amico, tornavo in motorino da un allenamento di calcio. Siamo andati a fare un giro sul Rettifilo di Napoli. Quando abbiamo visto un uomo che parlava al telefonino e all’improvviso ci siamo detti: “Pigliamocelo”, intendendo il cellulare. Dieci metri dopo, i Falchi ci hanno fermato. Ho passato una notte in Questura. Mi hanno condannato per direttissima a due anni e sei mesi con la condizionale. Non ho fatto un giorno di galera. Quando sono tornato a casa, i miei genitori non mi hanno rivolto la parola per sette mesi. Mi sono sentito meno di una cacca davanti a loro che sono lavoratori".

Il reality continua, i pettegolezzi aumentano giorno dopo giorno e sia Noemi Letizia che Gino Flaminio, con tutto il contorno che si portano addietro, rappresentano una diversa faccia della stessa medaglia: quella che si rifiuta di risolvere i veri problemi che bloccano il Paese.

Vi consigliamo anche