Paris Hilton punita dal nonno Barron

Stufo delle chiacchiere e dei continui eccessi della nipote, nonno Hilton ha deciso di punire la nipote Paris togliendole un bel po’ del suo gruzzolo per una cifra pari a 60 milioni di dollari.

Barron Hilton, infatti, si è detto dispiaciuto per il comportamento tenuto da sua nipote che ha disonorato la famiglia facendosi rinchiudere in carcere per 23 giorni e per questo ha tolto dalla sua eredità una somma consistente.

Ma se il patriarca della famiglia nega il riconoscimento economico alla nipote, Paris non si perde d’animo e passa al contrattacco: l’ereditiera ha infatti messo in vendita la sua villa, una casa in stile spagnolo, costruita nel 1926, con quattro camere da letto, tre bagni, un bagnetto e una depandance che è stata valutata 4,25 milioni di dollari (3,11 milioni di euro).

Tra l’altro secondo indiscrezioni trapelate all’interno della famiglia, Paris avrebbe talmente tanto denaro da poter acquistare una villa ancora più grande di quella che possiede sulle colline di Hollywood e che ha messo in vendita per cui la punizione del nonno non sembra essere niente altro che un soffio di vento per Paris, neanche in grado di scalfirla.

Certamente questo potrebbe essere l’ultimo modo per Paris Hilton di mettersi in mostra pubblicamente, magari esibendo lacrime, pianti isterici, pentimenti, esattamente come successo due mesi fa quando venne arrestata; e chissà che Nonno Barron Hilton, alla vista della nipotina redenta, non cambi idea e non conceda a Paris anche più di quel che le ha tolto…