Paris Hilton, spuntano le foto segnaletiche

Dopo essersi presentata spontaneamente in carcere per iniziare a scontare la sua condanna, Paris Hilton ha trascorso la prima notte al fresco come una persona comune. O quasi.

A riportare indiscrezioni sulla prima notte di Paris Hilton come galeotta è stato il tabloid The Sun, secondo cui l’ereditierasi è dovuta sottoporre a visita medica, le è stato assegnato il numero 9818783, ha dovuto indossato la divisa arancione, le sono state tolte le extension ai capelli e tutti i trucchi e saponi provenienti dall’esterno.

Unica nota positiva: Paris Hilton non divide la stanza con nessun’altra detenuta e a lei è riservato quel minuscolo spazio, 4 metri per 2, composto da due brande, un tavolino, un lavabo e la toilette.

“E’ stata collaborativa”, ha detto Steve Whitmore, portavoce dell’Ufficio dello Sceriffo, “e si è comportata bene, stando al suo posto”.

A parlare è stato anche il legale di Paris Hilton, Richard A. Hutton: “sta usando questo tempo per riflettere sulla sua vita. Ma anche per vedere come agire in futuro in maniera migliore e cambiare i pregiudizi che molte persone hanno nei suoi confronti”.

“Se fosse stata una persona normale”, ha accusato Hutton, “sarebbe ora in una camerata insieme con altre 30, 40 o 50 donne. Il tempo sarebbe passato più velocemente. Invece sarà punita per la sua popolarità”.

Eh si, già immaginiamo Paris Hilton insieme ad altre 30, 40, 50 donne. In carcere.