Pete Doherty artista a Londra

Sarà la galleria Bankrobber di Londra ad esporre 15 opere realizzate da Pete Doherty con il sangue e che ritraggono soggetti inquietanti: a partire da 4000 euro si può portare a casa l’autoritratto di Doherty o il suo prigioniero in cella.

Circa un anno fa Doherty aveva messo in vendita online le sue opere, sempre realizzate con il sangue ed era stato anche sorpreso a prelevare sangue da una sua fan svenuta giustificandosi, beccato in flagrante mentre le infilava nel braccio la siringa, con un semplice: “stavo estraendo il sangue per il mio dipinto”.

I dipinti saranno parte di un libro che raccoglierà gli scritti di Pete Doherty ispirati dalla sua permanenza in prigione e in diverse cliniche specializzate nel recupero dei tossicodipendenti.

Doherty ultimamente è stato anche protagonista di una singolare vicenda a Londra: per raggiungere la sua fidanzata Kate Moss nel Gloucester ha deciso di prendere un taxi ma, arrivato a destinazione, si è reso conto di non avere soldi con sè.

“Si è scusato moltissimo”, ha raccontato il guidatore, Roland Andrews. “Ha detto che non aveva neanche il bancomat o la carta di credito. Mi ha chiesto di dargli una mano a portare la sua roba nella casa di Kate, e dentro mi fa: se c’è qualcosa che vuoi prendere, fai pure, tanto alla signora non importa”.
Andrews non ha accettato nulla e Doherty gli ha dato il numero di telefono del suo commercialista dicendo che l’avrebbe avvertito di pagare la corsa; peccato che una volta tornato a Londra il commercialista di Doherty non ne abbia voluto sapere di pagare la corsa in taxi del suo assistito.