Pete Doherty in carcere per 3 mesi

Ormai conosce il carcere meglio di casa sua Pete Doherty, condannato a 3 mesi e mezzo di prigione per non aver rispettato i termini della libertà condizionale.

I fatti risalgono al 5 maggio 2007, quando Doherty era stato arrestato nel centro di Londra con crack, eroina e marijuana; ad ottobre era stato condannato a quattro mesi di prigione con la condizionale, ma il giudice Davinder Lachar, lo aveva risparmiato dal carcere se non fosse stato ripescato in flagrante nell’arco di due anni.

I termini della libertà condizionale decisi da Lachar obbligavano Doherty a sottoporsi a un programma di disintossicazione per un anno e a controlli giudiziari periodici per un anno e mezzo; ma il cantante dei Babyshambles in un’occasione non si è presentato all’appuntamento e in un’altra occasione è arrivato tardi.

E proprio il mancato rispetto delle condizioni per usufruire della libertà condizionale ha portato il giudice a stabilire che il cantante, che a novembre scorso aveva ammesso una nuova ricaduta nel tunnel della droga, dovrà scontare la sua pena in carcere.

Così Doherty si perderà sia il concerto alla prestigiosa Royal Albert Hall di Londra del 26 aprile che il famoso Festival di Glastonbury, uno degli appuntamenti musicali piu’ importanti d’Europa.