Robbie Williams lascia la clinica per la mamma

E’ durato un mese l’esilio forzato di Robbie Williams che, entrato in una clinica per disintossicarsi dalla dipendenza da farmaci anti-depressivi lo scorso 13 febbraio, è stato dimesso.

“Robbie Williams”, ha detto la portavoce del musicista, “ha completato il suo soggiorno in Arizona e continua adesso un programma terapeutico post-degenza a Los Angeles”.

Secondo il The Sun Robbie Williams avrebbe lasciato il centro di cura di Cottonwood de Tucson in Arizona una settimana prima del previsto; nel corso della terapia, il cantante ha diviso la stanza con altre due persone e si è sottoposto a terapie intensive singole e di gruppo per 1.353 dollari a notte.

Ad attendere Robbie Williams nella sua casa di Los Angeles la madre Jen, volata negli Usa per stare accanto al figlio; ma la prima sera libera Robbie l’ha trascorsa in un night di Los Angeles!