0 Shares 20 Views
00:00:00
17 Dec

Royal baby: paparazzi davanti all’ospedale sbagliato?

LaRedazione - 19 luglio 2013
LaRedazione
19 luglio 2013
20 Views

Al momento il St. Mary’s Hospital di Londra è il luogo più osservato del mondo, un po’ come il comignolo montato sopra la Cappella Sistina nei giorni del Conclave per l’elezione del nuovo papa.
È qui, davanti all’ospedale che si trova nel centro della capitale inglese, da mesi indicato come il luogo in cui avrebbe partorito Kate Middleton, che la selva di fotografi, giornalisti e paparazzi di tutto il mondo sostano con i loro obiettivi lunghi come fucili e pronti a scattare le prime foto dell’evento più atteso del Regno Unito.

Nella trepidazione dell’attesa, però, il Daily Telegraph ha pensato bene di gettare benzina sui surriscaldati animi del popolo e degli addetti ai lavori, instillando il dubbio che il luogo della nascita tanto sospirata potrebbe non essere quello stabilito.
La prossima neo mamma, infatti, si trova da giorni nella casa dei genitori, nel Berkshire, una trentina di chilometri lontano dal londinese St. Mary’s. È lecito pensare, quindi, che in caso di un travaglio veloce, la cosa più logica sarebbe recarsi nel più vicino ospedale di Reading, non lontano dal luogo in cui i duchi di Cambridge stanno passando i loro ultimi giorni da “sposini”.

Il piano sarebbe già stato predisposto per non farsi cogliere di sorpresa, ma qualcuno pensa, addirittura, che l’alternativa possa non essere solo dettata da una eventuale emergenza, ma da una precisa strategia per riservarsi qualche spazio di intimità in più lontano dai mille sguardi puntati.

Quello che appare finora certo, però, è il fatto che l’attesa si stia prolungando oltre i limiti di sopportazione di molti dei protagonisti, prima tra tutte la regina Elisabetta che, a margine di un evento nel Lake District, si sarebbe lasciata andare a un commento in cui si augurava unicamente che l’agognato erede potesse arrivare presto e consentirle di partire per le sospirate vacanze.
Anche Carlo e Camilla, al momento, non si trovano vicini alla capitale, ma sono in Cornovaglia.
Nulla di problematico, per carità, i mezzi a disposizione della Casa Reale per raggiungere in breve tempo qualsiasi luogo del Paese non mancano di certo, così come non mancano i piani di emergenza nel caso in cui il parto di Kate Middleton dovesse sorprendere la principessa in un luogo non previsto.

Il problema, al massimo, sarà per tutti i giornalisti e i fotografi che sostano davanti al St. Mary’s: un cambio di programma del nascituro Royal Baby sarebbe davvero una brutta e inaspettata sorpresa.

Loading...

Vi consigliamo anche