0 Shares 16 Views
00:00:00
13 Dec

Sara Tommasi: sms a Berlusconi e non solo

9 febbraio 2011
16 Views

Dopo Raffaella Fico, ad entrare prepotentemente nella questione Ruby-Berlusconi è la soubrettina in cerca di successo Sara Tommasi che sarà ascoltata dalla Procura di Napoli per accertare il suo coinvolgimento in un giro di squillo e denaro falso e i suoi rapporti con alcuni parlamentari e con Silvio Berlusconi.

Sono stati infatti resi noti gli sms della ternana con Silvio Berlusconi, col fratello Paolo, con il ministro della Difesa Ignazio La Russa ma sono soprattutto gli sms che la Tommasi avrebbe inviato a Berlusconi (senza ottenere risposta) a far discutere.

Nel complesso gli sms sarebbero 16 e in alcuni di questi la Tommasi si rivolge al premier con parole d’affetto mentre in altre con parole dure e pesanti che non fanno che aggravarne la posizione; tra questi:

10 gennaio 2010: "Silvio vergognati! Mi hai fatto ammalare… paga i conti dello psicologo".

12 gennaio 2010: "Amore perdonami…ho visto solo oro la tua chiamata. Ultimamente ho problemi con la linea telefonica. Se posso fare qualche cosa…. Bacio grande".

12 gennaio 2010: "Mi sei mancato tanto. Spero che tu mi possa richiamare presto . Ti amo ancora, sai? Lady X".

15 gennaio 2010: "Spero k krepi kon le tue Tr…".

15 gennaio 2010: "Spero che il governo americano inizia a dare lustro a quello ignobile nostrano con i 10 requisiti di ammissione di Harward! La politica è una cosa seria".

15 gennaio 2010: "10 requisiti per l’ammissione tra le fila dei parlamentari… tu indagato saresti già fuori. Capito??".

Scambio di sms anche con Paolo Berlusconi al quale la Tommasi pare scrivere:
"Se io mi devo kurare, tu piantala con cocaina, cani e m…!!! E festini sexy non me ne sbatte un c…, str……".

E anche "ti voglio rivedere, dimmi dove tu dove e quando" per sentirsi rispondere: "se vuoi ci vediamo nel pomeriggio alle 18 al Giornale, via Negri zona piazza Affari ok".

Sms inviati anche a La Russa che però smentisce qualsiasi contatto con la soubrettina laureata alla Bocconi mentre nelle telefonate intercettate la Tommasi infanga il nome di Lele Mora sostenendo di sospettare che Mora le mettesse "cose nei bicchieri".

E ancora, in un giro di messaggi e chiamate con Bartolo, agente napoletano, la Tommasi sembra confermare l’appartenenza ad un giro grazie al quale, per 1500 euro a serata, alcune donne partecipavano a serate e presentazioni che si concludevano con dei festini. In un sms inviato a Bartolo la Tommasi scrive, per uscire dal giro: "Ne te, ne Lele, ne Fabrizio (Lele Mora e Fabrizio Corona, dicono gli investigatori) ne le markette K volevi farmi fare ne il giro squallido di Marina Berlusconi K volevate farmi frequentare o dei festini privati". Aggiungendo: "mai avrò successo perchè non amo skXXX non amo ubbidire ai disgustosi froXXX Kome voi e non mi arrivano soldi. Hai capito coXXX? Le markette n". Ed ancora: "E ora scusate ma andatevene a faXXX Co e company dei miei stivali e ditelo a Paolo Berlusconi".

Una spirale di sms che si conclude, stando agli atti dell’indagine, lo scorso 18 gennaio quando la Tommasi viene intercettata mentre parla con la mamma al telefono in cui racconta di essere andata a Milano per due appuntamenti di lavoro ma di non aver ottenuto il risultato sperato.

"Mamma sono in taxi sto a Milano… sono venuta sopra per non fare un caxxx alla fine. Sono venuta per due appuntamenti ma poi alla fine non sono serviti a a un caxxx.. e basta. Ora sto qua a rompermi i coxxx.. con la gente che mi droga a destra e sinistra.. guarda una cosa.. non so più dove scappare… non so più dove scappare.. guarda, sono perseguitata… da Berlusconi e da tutti.. non so dove mettere le mani…".

E la mamma: "Devi uscirne fuori da questa storia chiudi dentro e sta tranquilla. Poi con tutti i casini che ci stanno… con Berlusconi che è stato indagato…".

Secondo indiscrezioni la casa di Sara Tommasi a Milano sarebbe stata perquisita alla ricerca di ulteriori prove relative ad un giro di prostituzione e denaro falso che la vede coinvolta; i legali della ragazza hanno dichiarato che la loro cliente è a disposizione per confronti e chiarimenti. Via sms? 

Vi consigliamo anche