Simona Ventura a Verissimo tra carriera e famiglia

In occasione della presentazione del film La fidanzata di papà, uscito ieri, Simona Ventura dopo 7 anni è tornata in Mediaset, ospite di Silvia Toffanin nella puntata di Verissimo in onda oggi su Canale 5.

Era dal 2001, 7 anni fa, che la conduttrice non tornava negli studi di Mediaset, e a tale proposito ha detto: "è come se fossi andata via ieri e invece sono passati 7 anni".

A proposito de La fidanzata di papà, Simona racconta: "è stata un’esperienza bellissima, assolutamente entusiasmante. All’inizio ero terrorizzata perché il cinema non è il mio ambiente naturale" e sul ruolo di donna manager che interpreta nel film aggiunge di aver "fatto la parte di una donna che un po’ mi assomiglia".

Determinata e infaticabile, Simona Ventura è l’emblema del suo slogan "crederci sempre arrendersi mai", infatti, confessa "a me le difficoltà esaltano. Io sono proprio così, lotto fino all’ultimo perchè nella vita si può anche fallire e io ho avuto molti momenti difficili però non ho mai avuto il rimpianto di non averci provato abbastanza. Quindi nelle varie scelte, sia nel lavoro che nella vita privata, ho sempre dato tutto, preso le cose con passione e gettato il cuore oltre l’ostacolo, perché la mia grande fobia è sempre stata quella di vivere di rimpianti o di rimorsi".

Tra L’Isola dei famosi, Quelli che il calcio e…, il film al cinema e la preparazione della nuova edizione di X Factor, questo è per Simona Ventura un momento di grande impegno professionale: "senza lavorare credo che non potrei mai stare ma, certamente, cambiare il ritmo di lavoro, questo sì. Mi piacerebbe tentare un nuovo tipo di lavoro per stare meglio con me stessa e divertire anche il pubblico" e tra i vari progetti, confessa che le "piacerebbe fare un programma negli Stati Uniti".

Se la vita professionale è sempre stata ricca di successi, dal punto di vista affettivo, la vita di Simona non è sempre stata tutta rosa e fiori e così rivedendo le immagini del giorno del suo matrimonio con Stefano Bettarini, celebrato nel 1998, la conduttrice commenta: "è stato un momento commoventissimo, il momento più bello della mia vita".

Ma parlando del periodo più difficile del suo rapporto con il calciatore afferma: "il periodo più duro è stato il primo anno di matrimonio. Non lo dice mai nessuno ma il primo anno è il più duro perché cambiano i tuoi equilibri e bisogna imparare a convivere. Nel nostro caso poi, dopo un anno, è arrivato con grande gioia Nicolò e si è rimesso tutto a posto. A volte un matrimonio si assesta attraverso i grandi contraccolpi".

Anche se Simona ha già due figli naturali, avuti dall’ex marito Stefano Bettarini e la piccola Caterina presa in affidamento, sente il desiderio di diventare nuovamente mamma: "non escludo un’altra maternità, perché avere un figlio dopo i 40 anni è sempre molto bello. Domani vedremo, perché no, ma non posso farlo tanto in là se no il bambino mi chiama nonna, non mamma".

Realizzata nella vita professionale e ora, grazie ad un nuovo amore, anche nella vita affettiva, Simona Ventura confida di avere un solo timore: "mi fa paura la malattia dei miei cari e di non avere la salute, perché poi tutto il resto si può risolvere".