0 Shares 12 Views
00:00:00
14 Dec

Simona Ventura sexy su Vanity Fair

1 aprile 2009
12 Views

Vanity Fair dedica una copertina tutta speciale a Simona Ventura, che appare in una versione sexy che non ci ricordavamo dai tempi di Mai dire gol, fotografata da Ellen Von Unwerth.

Ma soprattutto la Ventura, forte del successo televisivo che da ormai parecchio tempo riscuote in Italia, ne approfitta per togliersi qualche sassolino dalla scarpa in una lunga intervista rilasciata proprio al settimanale.

"In questo periodo ci sono stati attacchi contro X Factor e contro di me. Non ho mai risposto. Ho sempre pensato che le polemiche, se non le alimenti, si spengono da sole", spiega la Ventura che festeggia i 44 anni presentandosi in forma smagliante.

Ma alle polemiche stavolta Simona pensando per esempio "all’atteggiamento di Mediaset nei confronti di X Factor’ devono essere parecchio nervosi per aggredire con strategie di questo tipo. In quell’azienda ci ho lavorato sette anni, fino al 2001. Ma è passato molto tempo da quando si inventavano prodotti nuovi, trasmissioni come Le Iene, Scherzi a parte, Chi vuol essere miliardario?, Colpo di fulmine. Insomma, allora si programmava. Oggi si controprogramma e basta. Attualmente l’unico canale che sperimenta veramente è Raidue".

Quando si parla di controprogrammazione viene spontaneo il paragone con Amici: "entrambi abbiamo un ruolo importante nella scoperta di nuovi talenti e nell’aiutare i giovani a emergere nel campo artistico e musicale. In ogni caso avrebbero stravinto anche continuando ad andare in onda il mercoledì. Ma non è giusto ragionare in questi termini. E poi Canale 5 si dovrebbe confrontare con Raiuno, non certo con noi. Altrimenti dovremmo ricordare anche che l’Isola, quest’anno, ha battuto Zelig, e quella sì che è stata un’impresa eccezionale. Noi abbiamo come competitor Italia 1".

E subito risponde alla domanda relativa alle dichiarazioni "scomode" di Maria De Filippi sull’Espresso: "Maria ha smentito, dice di essere stata male interpretata. E io le credo. E anche se l’avesse detto, ci siamo chiarite. Inoltre, quelle dichiarazioni arrivavano in un momento particolare. Eravamo prima di Sanremo".

Ma la controprogrammazione secondo la Ventura, dipende anche un po’ da lei: "a volte penso che non abbiano mai digerito del tutto il mio passaggio alla Rai, ma è chiaro che, con i miei programmi, ho portato in Rai pubblicità e sponsor. E, poi, attaccare me è abbastanza facile: sono un battitore libero".

Infine la dichiarazione sul suo futuro, in vista anche della scadenza del contratto con la Rai il prossimo luglio: "prima o poi dovrò… ridurre la mole di lavoro. Perché i rapporti vanno alimentati e io, senza amore, non ci posso stare…".

Vi consigliamo anche