0 Shares 17 Views 1 Comments
00:00:00
11 Dec

Simona Ventura si difende contro Maria De Filippi

16 febbraio 2009
17 Views 1

A poche ore dall’inizio del Festival di Sanremo è tutto un rincorrersi di polemiche, critiche e discussioni varie all’interno delle quali non poteva non prendere parte Simona Ventura, considerata outsider di questa edizione del Festival.

Intervistata da Repubblica, dice che non seguirà il Festival e non fa mistero di schierarsi contro Maria De Filippi, che da più parti la attacca.

Alla De Filippi che ha dichiarato che "quando la Ventura fa l’Isola lei è solo un mezzo. E allora a ‘ste conduttrici che si autocelebrano con i seni strizzati che non sembrano più normali ma rassomigliano a due chiappe, alla fine ti viene da dire: "Ti sposti che voglio vedere il bidello?", la Ventura replica divertita: "ringrazio Maria De Filippi perché da quando ha rilasciato la dichiarazione su di me ho più estimatori di quanto avrei mai sognato. Adesso tutti sono curiosi di vedere se il mio fondoschiena è davvero bello come il mio seno".

Ricorda il suo Sanremo e dice: "un incubo meraviglioso, è stata un’esperienza di vita. Tony Renis, le polemiche, ma la grande compattezza della Rai, una solidarietà bellissima: era una sfida che dovevamo vincere tutti insieme. Sanremo vive di polemiche, buona fortuna a Bonolis".

Per poi aggiungere: "non vedrò Sanremo. Vado a New York alla settimana della moda per presentare le mie tute e a Los Angeles alla manifestazione dedicata al cinema italiano porto La fidanzata di papà con Massimo Boldi".

Interessanti le dichiarazioni di Simona Ventura sulla televisione rilasciate a La Stampa: "penso che il telespettatore può scegliere, se non vuole guardare il programma può spegnere la televisione o navigare su Internet. Lo spettatore di oggi è attivo, ha una vasta gamma di possibilità e quindi se sceglie il Grande Fratello la sua scelta va rispettata. Sempre. Sia quando ha voglia di riflettere, sia quando cerca un momento di evasione. Oggi il pubblico, me compresa, ha voglia anche di divertirsi".

"Io devo dire che apprezzo poco l’atteggiamento intellettuale, radical-chic, di quelli che si sentono superiori e pensano che popolare sia necessariamente uguale a trash. Popolare può essere anche culturale: deve esistere Minoli, ma anche L’Isola dei Famosi, il Grande Fratello, la Talpa che hanno un loro target di riferimento preciso. La televisione non deve solo dare nozioni", conclude la Ventura.

Vi consigliamo anche