Vanessa Incontrada si sfoga su su Vanity Fair

Ha deciso di tornare in televisione a pochi mesi dalla nascita del primo figlio, Isal, e ha deciso di raccontare come si è sentita a sopportare commenti poco carini sulle sue forme fisiche e sul suo peso.

Lei è Vanessa Incontrada ed è a lei che Vanity Fair ha dedicato la copertina di questa settimana, a dimostrazione che la sua bellezza è aumentata proprio grazie ad una gravidanza che l’ha resa più donna.

Vanessa si dice amareggiata per i commenti che la stampa, e anche le persone comune, le hanno dedicato per via dei chili di troppo: "hanno pubblicato le mie foto e soprattutto quei commenti sulla mia grassezza, fatti con un accanimento che mi ha ferito. Essere incinta è già un momento molto delicato per una donna: sentirsi accusata di essere brutta, eccessivamente sovrappeso, significa subire una grave mancanza di rispetto".

La Incontrada aggiunge anche di aver ricevuto brutto parole anche da parte della gente comune e che il messaggio che è trapelato è stato assolutamente sbagliato: "ci lamentiamo dell’anoressia che colpisce tante giovani e poi prendiamo in giro una che è ingrassata per fare un figlio? Una ragazza mi ha detto: ma allora, se devo passare quello che è successo a te, io incinta non ci voglio rimanere. Quando parli di una donna incinta ci vorrebbe più attenzione anche perchè ci sono donne che hanno gravidanze difficili e l’aumento di peso può nascondere altri problemi. Non era il mio caso, ma mi sono sentita impotente di fronte a questa violenza".

E anche sentirsi sotto l’occhio del ciclone per via della storia con Rossano Laurini non è certo cosa che l’ha fatta sentire meglio, anche se ormai non vuole neanche sentire parlare di pettegolezzi: "posso solo dire che vivere questo amore è stato difficile e senza dubbio leggere certe cose sulla mia vita privata non dette da me mi ha fatto molto male: i panni sporchi si dovrebbero lavare a casa. È vero, c’è stato molto dolore. Far del male alle persone ti ferisce, te lo porti dentro a vita".

Per questo la decisione di tornare subito a lavorare, di tornare subito a Zelig: "per me è stata la salvezza: impegnare subito la testa in un’altra cosa mi ha aiutato. Tanto più che a Zelig l’ambiente è bellissimo. Stimolante, ma senza una pressione angosciante".

Vanessa Incontrada ha poi anticipato i programmi per il futuro: "farò a breve un altro film in Spagna e poi, nel 2009, condurrò da sola su Italia 1, un talk show satirico. Il format è spagnolo, una sorta di David Letterman Show dove ci saranno ospiti e inviati. Per me si tratta di una bella prova".