0 Shares 16 Views
00:00:00
14 Dec

William e Kate, domani il battesimo ‘normale’ per il piccolo George

LaRedazione
22 ottobre 2013
16 Views

Domani, mercoledì 23 ottobre 2013, il piccolo George verrà battezzato nella cappella reale di St. James’s Palace a Londra. La cerimonia avrà inizio alle ore 15:30 e durerà circa 45 minuti, secondo quanto riportato dalle fonti ufficiali reali.

Il piccolo principe, nato il 22 luglio scorso, sarà il protagonista indiscusso della cerimonia privata a cui prenderanno parte solo i parenti stretti e gli amici intimi della giovane coppia. Questo limite imposto ai partecipanti è una novità per la corona inglese, ma William e Kate hanno preferito festeggiare questo momento speciale solo con poche persone, tra cui la Regina Elisabetta II e Filippo di Edimburgo, il nonno paterno (principe Carlo), i nonni materni (Michael e Carol Middleton), e gli zii Pippa e Harry.

Il piccolo George è il terzo in “linea di successione” al trono, e come tutti i re prima di lui, una volta incoronato diventerà “capo della chiesa anglicana” inglese e “difensore della fede”. Il suo battesimo è quindi una passo indispensabile e a ufficiarlo sarà, come da tradizione, l’arcivescovo di Canterbury.

Sarà quindi un battesimo normale?
Non esattamente!
Nonostante la cerimonia per pochi intimi, il piccolo George avrà ben 6 padrini, i cui nomi ancora non si conoscono. Le notizie che sono trapelate però parlano di cambio della tradizione anche in questo caso: sembra che i padrini non siano stati scelti tra i nobili come avveniva in passato, ma tra gli amici di William e Kate.

Tuttavia esiste un primato indiscusso nel battesimo del principe George che farà ancora più scalpore: per l’occasione verranno coniate delle monete commemorative, fatto che non ha precedenti nei battesimi reali in Gran Bretagna.
Le monete che commemorano il battesimo del piccolo principe mostreranno su un lato il ritratto della regina Elisabetta II e sull’altr0 il nome del piccolo George e la sua data di nascita, incisi su uno sfondo composto da putti e gigli.

Le monete non verranno fabbricate solo in oro, ma anche in altri metalli, compreso l’argento che secondo la tradizione porta buona salute e prosperità al bambino che lo tiene sul palmo della mano.
Questa monetina in argento varrà cinque sterline, mentre quella in oro avrà un valore di cinquantamila sterline (che corrispondono a circa sessantamila euro).

Solo questo fatto rende il battesimo di George, futuro re di Inghilterra, tutt’altro che  normale, non vi pare?
Il “capo incisore della zecca Reale” britannica ha dichiarato che la coniazione di queste monete è una delle cose che ha fatto di cui va più orgoglioso. Secondo lui saranno di buon “auspicio” al Paese, e siamo certi che anche William e Kate pensino la stessa cosa del battesimo del loro piccolo George. Non credete?

Vi consigliamo anche