0 Shares 19 Views
00:00:00
15 Dec

Lutto nel mondo del calcio: è morto Stefano Borgonovo

Emanuele Calderone - 28 giugno 2013
Emanuele Calderone
28 giugno 2013
19 Views

Ciao Campione! Voleremo sempre con te sotto la pioggia di Monaco di Baviera. Anche nella malattia sei stato grande“. Con questa frase apparsa sul sito ufficiale, la squadra del Milan saluta, per l’ultima volta, Stefano Borgonovo.

Il calciatore, che militò anche tra le fila della Fiorentina, del Como e del Pescara, è deceduto ieri all’età di 49 anni, a causa della sclerosi laterale amiotrofica, malattia che in passato ha colpito anche molti altri sportivi.
L’atleta mostrò i primi sintomi della malattia attorno al 2005 ma ne parlò pubblicamente solo nel 2008, anno in cui diede vita ad una fondazione ONLUS, la Borgonovo, che si occupa tutt’oggi di raccogliere fondi a favore della ricerca per sconfiggere la SLA.

In questi ultimi anni molte sono state le occasioni in cui il mondo del calcio si è riunito attorno a Stefano: nel 2008, all’Artemio Franchi di Firenze, Milan e Fiorentina scesero in campo per una partita dedicata al calciatore. Si replicò nel 2009, quando Genoa e Sampdoria si sfidarono in un’amichevole volta a raccogliere fondi da devolvere all’Onlus intitolata a Borgonovo.

Alla notizia della morte di Stefano, molte personalità legate al mondo del pallone hanno voluto ricordarlo. Damiano Tommasi, presidente dell’Assocalciatori ha dichiarato: “La sua battaglia non verrà dimenticata. La sua carica, la sua energia, il suo coraggio e la sua lotta sono stati encomiabili. Il pensiero adesso va alla sua famiglia e a chi ha vissuto con lui questo ultimo periodo ed è rimasto segnato. A loro va la nostra vicinanza”.

Roberto Baggio, sul suo sito internet scrive: “Ciao Stefano, Eroe”.

Andrea Della Valle, attuale presidente della Fiorentina, scrive: “Stefano  è stato e continuerà ad essere un esempio per il coraggio, la tenacia e la serenità con cui fino all’ultimo ha combattuto la sua malattia sul campo e vorremmo ricordarlo sempre con lo stesso sorriso e la serenità che ci ha trasmesso in occasione del nostro incontro a Firenze, in una indimenticabile serata”.
Messaggi di cordoglio arrivano anche dall’estero: il presidente della FIFA Joseph Blatter scrive tramite la sua pagina Twitter: “Sono molto addolorato per la morte di Stefano Borgonovo. Ѐ stato un simbolo di coraggio. Sono vicino alla famiglia. RIP”.

Nonostante la sua morte, siamo certi che Stefano continuerà a vivere nella memoria della sua famiglia, dei tifosi e di tutti quelli che hanno a che fare ogni giorno con quella terribile malattia che è la SLA, non solo come calciatore di grande spessore, ma, soprattutto, come modello di coraggio e forza.

[foto: giornalettismo.com]

Emanuele Calderone

Loading...

Vi consigliamo anche