0 Shares 14 Views
00:00:00
18 Dec

Stamina, la piccola Sofia migliora grazie alle cure

LaRedazione - 31 luglio 2013
LaRedazione
31 luglio 2013
14 Views

Nuove speranze per la salute della piccola Sofia, la bambina italiana che rappresenta ormai il simbolo delle cure con il metodo Stamina. Le sue condizioni sembrano in miglioramento e per renderle visibili a tutti, i suoi genitori hanno postato un video su Facebook che la ritrae mentre muove braccia e piedi. La notizia si era sparsa, ma i genitori per garantire ancora maggiore visibilità al caso della figlia ed al metodo Stamina con la quale la piccola Sofia viene curata, hanno pensato bene di postare il video sottolineando come le immagini rendano molto di più delle parole e che le immagini confermano ancora una volta la grande volontà di guarigione che accomuna Sofia ed i suoi genitori.

La Leucodistrofia Metacromatica, la malattia di cui soffre la bambina, secondo la madre Caterina Ceccuti può essere combattuta con le cure del metodo Stamina, ma è importante che tutti possano vedere la lotta della figlia in modo da non cedere alla paura, combattendo per andare avanti come dimostra il caso della sua Sofia. Nel messaggio allegato al video i genitori sottolineano orgogliosi come la figlia di tre anni continui a combattere contro la malattia con il suo carattere testardo. La storia di Sofia e della sua lotta contro la Leucodistrofia Metacromatica è stata oggetto anche di vari servizi della trasmissione Le Iene Show, in onda su Italia1, che dopo avere dedicato un primo servizio continua ad interessarsi dei suoi progressi nel corso delle varie settimane, con ampi spazi di aggiornamento. La storia della piccola Sofia e dei suoi genitori in lotta per ottenere il permesso di poterla curare con il metodo Stamina ha commosso tutti gli italiani, che continuano anche in questo momento a seguirne le vicende tramite gli aggiornamenti che si trovano sul web.

La battaglia dei genitori si è trascinata a lungo e solo dopo molti appelli e dibattiti, sono riusciti ad ottenere dal tribunale di Livorno il via libera per adottare le cure con il metodo Stamina. Dopo una prima decisione dello scorso mese di marzo, erano intervenuti altri problemi, e solo lo scorso otto giugno il giudice Francesca Sbrana ha dato il via libero definitivo per poter continuare le cure presso l’ospedale civile di Brescia dove la bambina è ricoverata, lasciando la decisione sui cicli di applicazione, al medico curante. Mentre Sofia sembra migliorare, nello scorso giugno un’altra bambina di soli sei mesi affetta dalla stessa malattia è deceduta perché le era stata negata la possibilità di avvalersi delle stesse cure.

Loading...

Vi consigliamo anche