0 Shares 12 Views
00:00:00
11 Dec

Autoabbronzante, come farlo durare?

4 maggio 2009
12 Views

Con la voglia d’estate arriva anche la necessità di sentirsi in forma e più belle, e sono varie e svariate le strategie che le donne usano per accontentare la propria legittima vanità.

Uno dei modi per non arrivare pallide al sole è la crema autoabbronzante, usanza che si sta diffondendo sempre di più . Oltre ad abbronzare, infatti, ha il vantaggio di nutrire la pelle, al contrario del sole che, ormai lo sappiamo tutte, la invecchia.

Ecco allora 5 semplici mosse per preparare il corpo all’auto-abbronzatura, regalandosi allo stesso tempo dei preziosi minuti di benessere:

1. Prima di applicare la crema autoabbronzante, è bene esfoliare tutto il corpo. I risultati saranno migliori e più duraturi se la pelle è liscia e setosa.

2. Inumidire le aree di pelle più ruvida, prestando particolare attenzione ai gomiti, ginocchia, caviglie e nocche delle mani.

3. applicare la crema con moderazione, spruzzando una sola volta sulla parte interessata, e spalmare con movimenti lunghi e circolari, soprattutto intorno alle dita ed alle caviglie.

4. per evitare striature di colore sulle ginocchia e sulle caviglie, asciugare le parti con un panno umido subito dopo l’applicazione della crema. Stessa cosa dicasi per le unghie dei piedi e delle mani, soprattutto se si indossa smalto.

5. Non bagnare la pelle per almeno sei ore dopo l’applicazione, in modo da dare alla crema il tempo di fare effetto. Quanto più tempo intercorre tra l’applicazione della crema e la doccia, tanto più tempo l’abbronzatura durerà.

E se non volete le mani arancioni alla fine del trattamento, è consigliabile utilizzare un guanto protettivo!

Vi consigliamo anche