Che cos’è la cellulite e come si forma

La cellulite, si sa, è probabilmente il problema che maggiormente affligge le donne di tutto il mondo e che rende insicure tutte quelle che vorrebbero sfoggiare un fisico perfetto al mare.

La cosa interessante (e per alcuni versi consolante) è che ad essere afflitte da cellulite non sono solo le donne in carne ma anche le magre e questo perchè la cellulite è una vera e propria alterazione del tessuto connettivo che si manifesta in superficie ed è determinata dall’azione degli estrogeni (ormoni sessuali femminili) che portano ad una maggiore ritenzione di liquidi ed un deposito di grasso in particolari zone del corpo.

Oltre alla predisposizione genetica, i fattori che portano alla comparsa della cellulite sono di vario tipo: abitudini di vita scorrette, vita sedentaria, sovrappeso, stitichezza ma anche l’uso di vestiti e intimo troppo stretti o scarpe con tacchi troppo alti in quanto possono portare problemi alla circolazione.

Sono tre le fasi di sviluppo della cellulite:
Fase edematosa: prevale il ristagno di liquidi a livello tessutale e la cellulite si avverte solo al tatto;
Fase fibrosa: si nota la “buccia d’arancia” a causa del rigonfiamento della cellule di adipe e si formano piccoli noduli che portano il tessuto connettivo di sostegno a perdere elasticità;
Fase sclerotica: noduli induriti e dolorosi con la pelle avallata e gonfia. E’ l’ultimo stadio della cellulite.

Oltre ad una buona alimentazione ricca di verdura, fibre e frutta e ad una regolare attività fisica di tipo aerobico (nuoto, bicicletta e corsa), è buona norma bere almeno un litro e mezzo di acqua ogni giorno per contrastare la ritenzione idrica ed evitare il ristagno dei liquidi e dunque la formazione della cellulite.