0 Shares 16 Views
00:00:00
14 Dec

Combattere l’ansia si può: basta respirare!

LaRedazione
10 settembre 2009
16 Views

Circa 12 milioni di italiani soffrono di disturbi legati all’ansia ed allo stress, vale dire una persona su quattro è ansiosa o stressata, o più probabilmente entrambe le cose perché l’ansia porta stress.

Fino a qualche tempo fa il disturbo d’ansia generalizzato (DAG) era considerato un disturbo minore e di conseguenza tenuto poco da conto, fino a quando gli studi scientifici hanno dimostrato che le conseguenze del DAG possono essere dannose per la salute sia fisica che mentale.

E’ importante distinguere le piccole preoccupazioni quotidiane con lo stato ansioso permanente, perché chi ne soffre spesso non lo riconosce e non attribuisce all’ansia la fonte dei disturbi fisici, affidandosi a specialisti che non possono curare la causa ma l’effetto.

Secondo il Manuale di Diagnosi e Statistica dei Disturbi Mentali (DSM) è possibile riconoscere il disturbo d’ansia generalizzata se l’ansia e l’eccessiva preoccupazione durano per più di 6 mesi consecutivi, se si è incapaci di controllare la preoccupazione ed i sintomi che ne derivano come irrequietezza, tensione, affaticabilità, irritabilità, tensione muscolare e difficoltà nel dormire.

Consultare uno psicoterapeuta è il primo passo verso la guarigione, ma esistono una serie di tecniche naturali quali la meditazione, la fitoterapia o semplicemente lo sport, che possono efficacemente integrare una eventuale cura, oppure alleviare semplicemente i periodi d’ansia anche per chi ne soffre saltuariamente.

Una tecnica efficace e semplice da eseguire, senza bisogno di strumenti particolari è la respirazione controllata:

Dopo aver indossato abiti comodi e aver trovato una posizione in cui nessun muscolo risulti teso chiudi gli occhi

1.    Respira profondamente contando mentalmente fino a tre
2.    spingi l’aria inspirata verso la pancia fino a riempire i polmoni e trattieni il respiro per tre secondi,    senza fretta
3.    contando fino a cinque espira lentamente, senza mai forzare la respirazione ma mantenendola regolare
4.    ripeti l’operazione concentrando l’attenzione sulla pancia che si alza e seguila fino al torace
5.    Inspira con il naso ed espira con la bocca. Durante l’espirazione cerca di associare all’aria espirata i problemi e le preoccupazioni

Prova a ripetere l’esercizio per circa dieci minuti, mantenendo l’attenzione sulla respirazione fisica in modo da distrarre la mente da qualunque altro pensiero.

Riuscire a ripetere l’esercizio ogni giorno può portare risultati davvero efficaci. Provare per credere!

Vi consigliamo anche