0 Shares 15 Views
00:00:00
11 Dec

Fine di una storia d’amore: i consigli per evitare troppi traumi

LaRedazione
28 settembre 2013
15 Views

La vostra storia è finita, e siete qui a raccogliere i cocci di quello che resta. O meglio, di quello che non resta, poiché se quella dell’amore che diventa amicizia resta una chimera (almeno nel breve periodo), sempre di più sono le coppie che si lasciano in maniera non proprio amichevole. A prescindere da come succede, però, la fine di una storia d’amore è sempre un lutto che va elaborato prendendosi tutto il tempo necessario.

Più facile e dirsi che a farsi, certo, ma nessuno ha mai detto che superare i traumi amorosi sia una passeggiata: occorre armarsi di tanta buona volontà e soprattutto non cadere nella trappola dell’autocommiserazione. Se infatti le prime due o tre settimane è del tutto lecito chiudersi in camera a piangere tutte le proprie lacrime, subito dopo la parola d’ordine è una sola: reagire. Come? Tanto per cominciare, praticando la famosa regola del “no contact”. Si tratta di una regola che non ammette eccezioni ed è molto semplice: per nessun motivo dovete contattare il vostro ex o la vostra ex, il che comporta tutta una serie di rinunce che inizialmente potrebbero pesarvi, ma alla lunga si riveleranno provvidenziali.

Poiché non c’è nulla di peggio, di più doloroso, di una fine che si trascina per mesi, con suppliche e recriminazioni da ambo le parti, occorre darci subito un taglio netto: cancellate l’ex partner da Facebook, dimenticate il suo numero, evitate come la peste i locali che frequentavate insieme (soprattutto quelli più romantici) e, se necessario, cambiate anche comitiva di amici.

A grandi mali, rimedi drastici: non vi sarebbe di nessun aiuto vederlo ogni sera in comitiva, oppure sentire amici comuni parlare di lui/lei e delle sue nuove frequentazioni, a maggior ragione se i lasciati siete voi. Se la vostra paura è quella di restare senza amici da frequentare, sappiate che nel maggiore dei casi si tratta solo di un alibi; impiegate il tempo libero in attività che vi portino a fare nuove conoscenze, iscrivetevi in palestra, coltivate i vostri hobby: oltre a non permettervi di pensare troppo, queste attività daranno nuovo impulso alla vostra vita sociale.

Temete che tutti ciò non basti? In effetti no, non dovete illudervi che basti, ma è pur sempre un imprescindibile inizio. Dopo i primi tempi, infatti, la strada è tutta in discesa! Nei momenti di sconforto, ripetetevi come un mantra che col passare del tempo andrà sempre meglio. Chi c’è già passato sa che non sono parole di circostanza, bensì la verità.

Il tempo passa e voi dimenticherete, ma per farlo dovete mettere da parte anche gli oggetti che vi fanno passare a lui/lei: via i messaggi dal cellulare, via i regali e gli oggetti che vi ricordano lei/lui; l’ideale è mettere tutto in uno scatolone da portare in cantina per qualche mese: per quanto incredibile possa apparire, quando la tempesta sarà passata rivedere quegli oggetti non provocherà più alcun dolore, solo la confortante consapevolezza di aver vinto un’importante battaglia della vita!

Vi consigliamo anche