0 Shares 8 Views
00:00:00
11 Dec

I propositi per l’anno nuovo fanno male

29 dicembre 2009
8 Views

Secondo Richard Wiseman dell’università dell’Hertfordshire è dannoso fare buoni propositi per l’anno che verrà e a dimostrazione di questa sua tesi ha intervistato 700 persone chiedendo loro se e come sono riuscite a realizzare gli obiettivi che si erano poste all’inizio di un nuovo anno.

Alcuni dovevano perdere peso, altri volevano ottenere una qualche qualifica e altri ancora volevano migliorare le proprie relazioni personali e così via.

Nel 78% dei casi i buoni propositi sono falliti lasciando chi se li era prefissati con l’amaro in bocca e poco disposto a provarci di nuovo.

Il ricercatore ha anche scoperto che la ricetta del fallimento é spesso quella di seguire i consigli di sedicenti esperti che suggeriscono una serie di strategie come prendere a modello una persona, immaginare come si starebbe se si avesse successo, imporsi di resistere a ogni tentazione o affidarsi alla propria determinazione.

Secondo i risultati della ricerca invece, a realizzare i propri propositi sono spesso le persone che per conquistare un obiettivo si sono prefissate una serie di traguardi intermedi, premiandosi in qualche modo quando li hanno raggiunti

Tra chi adotta questo sistema, le probabilità di successo sono circa del 35%. Ancora meglio poi se si decide di confidare agli amici i propri obiettivi, di concentrarsi sugli effetti positivi del buon proposito e di tenere un diario dei progressi fatti. Chi impiega tutte queste strategie, ha una probabilità di successo del 50%.

Vi consigliamo anche