0 Shares 13 Views
00:00:00
12 Dec

Il bugiardino anche nelle sigarette?

13 maggio 2009
13 Views

Il foglietto illustrativo tipico dei medicinali potrebbe presto arrivare nei pacchetti di sigarette.

Questo, uno dei punti salienti del disegno di legge sul fumo elaborato dal senatore Ignazio Marino (Pd), insieme al divieto di vendita ai minori di 18 anni. Si attende ora la risposta della Commissione Sanità del Senato, mentre qualcuno ipotizza il varo della legge già entro l’estate.

Come spiega Marino: “fuma il 32% dei maschi adolescenti e il 20,7% delle ragazze, e abbiamo ancora 18.000 morti l’anno per patologie riconducibili al fumo. Dobbiamo fare qualcosa, e questa legge, se approvata, diventerà un modello per molti Paesi, per certi aspetti sarà la più avanzata del mondo”.

Le scritte minatorie presenti sui pacchetti da anni – “Il fumo uccide”, “Il fumo provoca cancro ai polmoni”, “Fumare in gravidanza fa male al bambino” – ormai non sembrano più destare preoccupazioni nei fumatori.

“Nel fumo ci sono circa 4.000 sostanze chimiche, di cui almeno 40 identificate come cancerogene", ha continuato il senatore. "Invece della scritta sul pacchetto, che ormai non fa paura a nessuno, i produttori dovranno inserire un libretto che le elenchi tutte avvertendo dei rischi. Quando il fumatore vedrà che sta per fumarsi cadmio, piombo, mercurio, silicio, ammoniaca, credo che ci sarà una presa di coscienza”.

Previsto, inoltre, l’aumento del prezzo dei pacchetti per creare un fondo nazionale per la lotta al tabagismo e istituire programmi educativi nelle scuole. Occhi aperti anche sui tabaccai che venderanno sigarette ai minori – multe da 250 a 1000 euro – e la nascita di un sistema di riconoscimento del documento d’identità per i distributori automatici.

La rivoluzione è appena iniziata.

Vi consigliamo anche