0 Shares 31 Views
00:00:00
14 Dec

Risveglio muscolare: gli esercizi consigliati per il nostro benessere

LaRedazione
1 settembre 2013
31 Views

Fin dal risveglio è importante far sì che tutto l’apparato muscolare si riprenda nello stesso modo donando così al nostro corpo, quel benessere necessario per affrontare al meglio la nuova giornata.

Come si può ottenere un buon risveglio muscolare?
Semplice: brevi e semplici esercizi distenderanno il corpo e, naturalmente, anche la mente.
Dopo le ore notturne tutto è intorpidito: i muscoli e le articolazioni danno quasi la sensazione del dolore ed è per questo che bisogna aiutarli a sciogliersi prima di cominciare il proprio lavoro, sia esso sedentario, come ad esempio gli studenti, sia esso di movimento dove vengono proprio impegnate le parti fisiche del corpo.

E’ fondamentale praticare della semplice ginnastica al mattino che sia in grado di riattivare il corpo sciogliendo tensioni articolari e contratture che, il più delle volte, investono il corpo anche per posizioni scomode ed errate assunte inconsciamente durante il riposo notturno.
Inoltre, è ormai appurato, che brevi esercizi mattutini oltre a risvegliare i muscoli, aiutano anche il metabolismo dando una buona dose di energia con la liberazione di endorfine che migliorano perfino l’umore.
Allora, perché rinunciarci? Davvero non ce n’è motivo ed armandosi di pazienza, dedicando pochi minuti a se stessi, si otterrà un inizio di giornata formidabile.

Principalmente gli esercizi consigliati e ritenuti principali per un buon risveglio muscolare sono essenzialmente tre.
Il primo esercizio di strechting è veramente semplice perché è una vera e propria stiratura muscolare che va dalle braccia fino alle gambe. Basta, infatti, stendere le braccia incrociando le mani verso sinistra e le gambe verso destra, proprio come quando ci si stiracchia al risveglio.
Basta ripeterlo mantenendo la posizione per pochi secondi ed invertendo le direzioni.
Un altro esercizio è quello che effettua un piccolo ponte con il bacino restando comodi a letto. Quindi, posizione distesa, braccia lungo i fianchi, gambe piegate (piedi sul materasso) ed inarcare il bacino per qualche secondo.
Infine, distesi su un fianco, piegare la gamba che non è sul materasso ed alzarla puntando il piede come ballerine, poi ripetere dalla parte opposta.

Sappiate, che il risveglio muscolare non serve solo allo scioglimento dei muscoli ed a migliorare l’umore come già detto, ma è fondamentale anche per la riattivazione del sistema circolatorio che durante la notte assume ritmi molto più lenti.
Come vedete, con tre brevi esercizi ci si risveglierà nel vero senso della parola.
Provare per credere.

Vi consigliamo anche