0 Shares 19 Views
00:00:00
17 Dec

Mangiare sano e leggero si può

Gianfranco Mingione - 8 settembre 2013
Gianfranco Mingione
8 settembre 2013
19 Views

Quante volte sentiamo associare le parole cucina “leggera” e “sana” o, viva gli inglesisimi, “light”, a un qualcosa da seguire se si sta male o si deve perdere peso? Tante, anche se non vi è nulla di più sbagliato, perché mangiare leggero e sano dovrebbe essere sempre un qualcosa di positivo. E poi eliminare ciò che fa male, come i grassi e i troppi condimenti, porta a stare bene con se stessi e con gli altri.

Dall’aperitivo al dolce: mangiare bene e sano si può! Non è difficile trovare prodotti che possano sostituire, ad esempio, la maionese, il burro, i salumi, con altri più leggeri. Innanzitutto è bene privilegiare una dieta alimentare che contenga la presenza di molta frutta e verdura, il pesce e la carane bianca da preferire a quella rossa. Nel pensare ad un aperitivo si può certo fare a meno di tuffarsi in fritti e salse preparate chissà con quali addititivi: a cibi scadenti e poco salutari si può preferire delle verdure grigliate, carne bianca grigliata, formaggi freschi e salse fatte in casa. Se proprio vogliamo aggiungere della maionese, possiamo prepararla facilmente o comprarne una fatta con pochi e salutari ingredienti. La qualità dei prodotti è tutta scritta nella loro leggenda: se l’elemento più importante è in fondo alla lista, non stiamo certo bevendo dell’ottimo succo d’arancia ma… qualcosa di artefatto!

I condimenti: basta aggiungerne poco e il sapore è quello vero. Aggiungere troppo olio, aceto e sale di certo non fa bene alla nostra salute, oltre a coprire e a non farci sentire il vero sapore delle cose. L’olio fa bene se usato con moderazione, l’aceto meglio se poco acido, come quello balsamico. Si può utilizzare come condimento alternativo dell’insalata anche lo yougurt bianco o la senape. La verdura può essere cotta al vapore e condita con con spezie e poco olio. Il sale, così come il peperoncino e i sapori forti, vanno usati con moderazione perché rischiano di coprire il vero sapore delle cose.

Un bel pezzo di… carne! La rossa fa più male, la bianca è più leggera. Chissà quante volte lo abbiamo sentito. Certo sarebbe bene mangiare carne che proviene da allevamenti che rispettano tutti i santi crismi, in primis quello di dare all’animale una vita e un’alimentazione sana, affinché, nel nostro piatto arrivi a sua volta del cibo sano. È importante, come per tutti i prodotti, conoscere la filiera e oggi è più semplice grazie alle nuove etichettature. Evitare di mangiare le carni grasse come la pancetta, la pelle del pollo e, se possibile cucinare la carne su una griglia, senza l’aggiunta di oli per friggere. La carne avrà così un ottimo sapore e prima e durante la cottura potrà essere insaporita con una grande varietà di spezie.

Il pesce che bontà! Anche qui, come per la carne, la regola è quella di mangiare meno i pesci grassi, come il salmone, il tonno, le sardine e preferire una cottura al forno o in padella. Cosa c’è di più buono, in una fredda sera d’inverno, di una gustosa e variopinta zuppa di pesce? Il pesce è un portatore sano di vitamine, proteine e minerali. Tenero e gustoso, si prepara in poco tempo e con pochi ingredienti.

E il dolce, fa male? Certo che no, ma di questo ne parliamo in un prossimo articolo!

[foto: www.telegraph.co.uk]

Loading...

Vi consigliamo anche