0 Shares 15 Views 1 Comments
00:00:00
13 Dec

Acido folico, dove si trova e a cosa serve

12 gennaio 2012
15 Views 1

L’acido folico è una delle vitamine di cui si parla di più e spesso è chiamato proprio Vitamina B9 per meglio identificarlo e aiutarne la comprensione; è infatti spesso al centro di discussioni per quel che riguarda la sua efficacia sia nelle persone sane che nelle persone malate che per le donne incinte o che vogliono provare a diventare mamme.

Di certo si sa che previene le malformazioni neonatali, regola il funzionamento del sistema nervoso e degli organi sessuali e protegge dalle cardiovascolari e dall’ipertensione, chiaramente sempre se assunto in quantità non esagerate.

Il fabbisogno giornaliero di acido folico per gli adulti è pari a 0,2 mg ma alle donne in gravidanza se ne consigliano almeno 0,4 mg al giorno: il sovraddosaggio può portare a non riconoscere carenze di Vitamina B12 e dunque ad avere problemi a livello neurologico che potrebbero anche diventare irreversibili. Un eccesso provoca anche anomalie renali e problemi nell’assorbimento.

Oltre che in pasticche e preparati, l’acido folico è presente in molti alimenti e ciò ne garantisce un’assunzione più semplice e meno "chimica": tra gli alimenti che contengono acido folico troviamo arance, kiwi, verdure a foglia scura, pomodori, legumi, grano, lievito di birra e cereali e in generale è necessario ricordare che le verdure e la frutta contenenti acido folico devono preferibilmente essere assunte crude per evitare la dispersione di importanti sostanze necessarie per l’organismo. Sono invece completamente sprovviste di acido folico tutte le carni tranne il fegato.

La carenza di acido folico può essere determinante nella individuazione di malattie particolarmente ostiche come la celiachia o la sindrome del colon irritabile e tra i sintomi riconoscibili e legati alla carenza di questa vitamina ci sono anemia, disturbi del sonno e difficoltà di concentramento.

Vi consigliamo anche