0 Shares 10 Views
00:00:00
12 Dec

Anemia, diagnosi e cura arrivano dalla dieta

28 settembre 2010
10 Views

Potrebbe essere ad una svolta la ricerca per quel che riguarda l’anemia mediterranea che, se è vero quel che sostengono alcuni scienziati della Harvard Medical School, potrebbe essere curata tramite la terapia genica.

Pare infatti che questi studiosi siano riusciti a correggere il Dna di un ragazzo che soffriva di un’anemia mediterranea che lo rendeva inabile in quanto non riusciva a produrre un quantitativo sufficiente di beta-globine, parte dell’emoglobina deputata al trasporto di ossigeno nel corpo, e dunque aveva continuamente bisogno di trasfusioni di sangue per sopravvivere.

Al ragazzo sarebbe stato iniettato un gene sano che avrebbe corretto il difetto genetico ereditario che gli causava la talassemia.

Va detto che se la talassemia è una forma rara di anemia, molto più comune è l’anemia legata alla carenza di ferro che deriva da una diminuzione di globuli rossi nel sangue e che si manifesta con pallore, debolezza, irritabilità, capogiri, accelerazione del battito cardiaco e affanno in caso di sforzo leggero.

La diagnosi di anemia si effettua tramite un prelievo del sangue che definisce i valori massimi e minimo entro i quali il singolo soggetto si colloca e i due esami cui sottoporsi sono l’ematocrito e il calcolo degli eritrociti.

Per questo tipo di anemia da carenza di ferro è necessario assumere alimenti ricchi di ferro come per esempio carne rossa), legumi e tuorlo delle uova.

Vi consigliamo anche