0 Shares 9 Views
00:00:00
14 Dec

Batterio killer: quali sono i sintomi, come si cura e come si previene

3 giugno 2011
9 Views

L’Europa trema per colpa di quello che è stato definito dagli esperti il batterio killer e di cui da qualche giorno si continua a parlare per via della continua diffusione e della scarsa prevezione/prevedibilità.

Se all’inizio la colpa era stata attribuita ai cetrioli provenienti dalla Spagna alla fine la Germania, che per ora è quella che paga maggiormente il conto, ha dovuto fare marcia indietro e l’Oms ha dovuto ammettere che non si sa da dove questo arrivi ma si sa che si tratta di "un nuovo ceppo altamente infettivo e tossico" e resistente "ad alcuni tipi di antibiotici".

Ad oggi dunque l’origine del batterio resta un mistero ma si sa che è aggressivo, che rimane molto tempo nell’intestino e provoca danni molto persistenti oltre la morte nei casi più gravi.

Ma quali sono i sintomi del batterio killer?

Nella primissima fase si tratta di una sorta di influenza per cui si accusano vomito, forti dolori addominali ed in alcuni casi feci insanguinate ma con l’andare del tempo i sintomi peggiorano e si rischia una paralisi dei reni con conseguente necessità di dialisi e/o trapianto di rene.

Questo perchè una delle conseguenze peggiori del batterio è la cosidetta Sindrome Emolitico Uremica che porta ad un peggioramento acuto della funzione renale oltre a tutta una serie di altri sintomi come per esempio sonnolenza, confusione, convulsioni e coma nei casi più seri.

Non esiste un modo specifico per evitare il contagio nonostante nel nostro Paese il batterio killer non sia ancora arrivato o riscontrato (i tempi di incubazione vanno comunque dai 7 ai 15 giorni) ma è bene rispettare alcune norme igieniche che sono fondamentali: lavarsi le mani prima di toccare gli alimenti e dopo averli manipolati, fare attenzioner ai cibi crudi (anche la carne al sangue), conservare correttamente i cibi cotti e fare in modo di eliminare dalla dieta i cibi che permettono ai batteri di moltiplicarsi e crescere come per esempio quelli a base di uova.

Una lista di informazioni utili Sindrome Emolitico Uremica con gli accorgimenti da seguire per evitare problemi si trova sul sito del Progetto Alice Onlus che si occupa appunto di diffondere la conoscenza di questa sindrome.

Vi consigliamo anche