0 Shares 12 Views 2 Comments
00:00:00
17 Dec

CCSVI e sclerosi multipla, sperimentazione pubblica e i video di Report

dgmag - 20 dicembre 2011
20 dicembre 2011
12 Views 2

Potrebbe arrivare negli ospedali pubblici i primi mesi del 2012 la sperimentazione del metodo Zamboni che coinvolgerà, stando alle parole del suo collaboratore Fabrizio Salvi, circa 60 pazienti affetti da sclerosi multipla che sperimenteranno la tecnica elaborata dal neurologo ferrarese.

Zamboni sostiene che esiste una relazione stretta tra CCSVI
, ovvero una sorta di malfunzionamento delle vene giugulari, e sclerosi multipla e il tema, che è di stretta attualità, è diventato ancora più conosciuto dopo i servizi delle Iene lo scorso anno e di Report qualche settimana fa.

Dunque svuotare le vene occluse secondo Zamboni e il suo team potrebbe essere un modo per ripristinare la situazione e tenere sotto controllo, se non addirittura bloccare, il corso della sclerosi multipla.

Per ora il metodo Zamboni è applicato in qualche centro privato, non senza speculazioni, e non è stato riconosciuto da parte della comunità scientifica ma l’approdo presso gli ospedali pubblici è il primo passo per il suo riconoscimento e la sua validazione, sempre se davvero i risultati saranno incoraggianti e la correlazione tra le due patologie evidente.

Il protocollo che sarà adottato presso gli ospedali pubblici prevede che 60 pazienti selezionati vengano prima di tutto monitorati per capire se a livello diagnostico possono essere "operati" quindi sottoposti ad intervento di liberazione delle vene occluse con verifica degli esiti della stessa in rapporto alla sclerosi multipla.

Con l’aumento dell’attenzione su questo processo, sono aumentati anche i pazienti che chiedono consulti e che si mettono in lista per essere operati ma Zamboni stesso ha fatto sapere che siccome la sclerosi multipla è una malattia dalle molteplici sfaccttature non è detto che l’intervento di liberazione sia risolutivo per tutti i malati.

Il servizio andato in onda a Report il 4 dicembre 2011:

Loading...

Vi consigliamo anche