0 Shares 11 Views
00:00:00
11 Dec

Come mantenere l’abbronzatura dopo le vacanze

27 agosto 2010
11 Views

L’estate è agli sgoccioli e, nonostante una stagione decisamente altalenante, c’è chi è riuscito ad arrivare a fine agosto sfoggiando un’abbronzatura invidiabile.

Al ritorno in città e alle cose di tutti i giorni, quando le incombenze diventano tante e le urgenze pure, la domanda che ci si pone più frequentemente è una sola: come faccio a mantenere la tanto sudata abbronzatura?

Secondo gli esperti il primo elemento che porta alla perdita della tanto agognata tintarella è l’aria condizionata che, onnipresente ormai in negozi, centri commerciali, luoghi di lavoro e a casa, toglie umidità all’ambiente, secca la pelle e la fa squamare, eliminando il colore.

E’ bene dunque idratare di continuo la pelle, anche in inverno, in modo tale che la tintarella si protragga e la pelle, allo stesso tempo, sia ben preparata per affrontare i raggi del sole della stagione seguente.

Per mantenere l’abbronzatura conquistata in vacanza, inoltre, è bene adottare uno stile di vita quanto più sano possibile e un’alimentazione ricca di frutta e verdura e di acqua, fattori fondamentali per mantenere la pelle elastica e vitale.

Nel momento in cui l’abbronzatura inizia a scomparire fate uno scrub dolce in modo tale da eliminare le cellule morte in superficie e fare in modo che la pelle acquisti nuovamente brillantezza e si prepari efficacemente ad affrontare la stagione fredda senza essere necessariamente bianca.

E se volete restare abbronzate più a lungo potete applicare degli autoabbronzanti che permettono alla pelle di restare idratata e acquisire un colorito scuro senza l’ausilio dei raggi del sole dai quali, lo ricordiamo, nella maggior parte dei casi neanche proteggono.

Vi consigliamo anche