0 Shares 11 Views
00:00:00
13 Dec

Come tornare dalle vacanze senza stress

25 agosto 2010
11 Views

Il rientro dalle vacanze porta con sè tutta una serie di problemi di tipo intestinale legati al fatto che, pensando al rientro alla normalità, ci si stressa di nuovo.

Per prevenire i crampi allo stomaco tipici dello stress da rientro in città Attilio Giacosa, direttore scientifico del Dipartimento di Gastroenterologia del Gruppo Sanitario Policlinico di Monza, ha messo a punto 7 regole da seguire.

1) Alimentazione:
modificare la propria alimentazione, soprattutto se in vacanza ci si è nutriti in maniera poco ordinata e bilanciata, introducendo nella dieta molta frutta e verdura e bevendo molta acqua, ma limitando legumi, caffè, fritture, pizza e cibi piccanti;
2) Probiotici: limitano la produzione dei gas intestinali e ripristinano l’equilibrio della flora batterica intestinale, producendo acidi grassi a catena corta. È dunque consigliabile, per favorire il riequilibrio della flora intestinale, l’assunzione di un integratore probiotico di fermenti lattici;
3) Gradualità: è importante un rientro graduale dalle vacanze. Tornare in città uno o due giorni prima di ricominciare le consuete attività lavorative o scolastiche permette all’organismo di riabituarsi pian piano all’ambiente, all’alimentazione e alle normali occupazioni;
4) Movimento: si consiglia di fare ogni giorno un pò di attività fisica (anche una lunga e tranquilla passeggiata) per mantenersi attivi e non interrompere di colpo i benefici apportati dalle nuotate al mare o dalle passeggiate in montagna;
5) Calma: provate a non strafare e a riprendere le normali attività con calma evitando un’immersione totale nel lavoro o nello studio, prefiggendovi di rispettare alcuni piccoli traguardi;
6) Abbigliamento: un abbigliamento casual, dove consentito, può aiutare a superare lo stress da rientro. L’organismo, infatti, potrebbe risentire del passaggio dall’abbigliamento informale delle vacanze alle ‘uniformì lavorative o scolastiche;
7) Ansia: evitare le situazioni ansiogene professionali e private, cercando di frequentare persone che aiutino a sciogliere le tensioni e non alimentino lo stress nelle ore libere.

Vi consigliamo anche