0 Shares 6 Views
00:00:00
17 Dec

Correre per dimagrire, i fattori da considerare e i benefici

dgmag - 25 luglio 2011
25 luglio 2011
6 Views

Dei benefici legati al correre abbiamo parlato più volte soprattutto in relazione alle potenziali dimagranti di questo sport e da come, correndo, l’intero fisico tragga giovamento.

Ma quali sono i fattori e le condizioni che influenzano la corsa e i benefici che questa apporta?

Li elenchiamo per punti in modo tale che ognuno possa trarre le proprie conclusioni:

– tipo di terreno: influenza la fatica in maniera sensibile per cui per esempio correre su asfalto è meno faticoso che correre su erba;
– vento e controvento: influenza la velocità e dunque la fatica, a prescindere dal tipo di terreno;
– abbigliamento: influenza il peso del corpo e il movimento;
– peso della scarpa: influenza il peso delle gambe e dunque la fatica;
– corsa in salita o in discesa: la prima aumenta i consumi e la seconda li diminuisce;
– affaticamento generale: se si corre affaticati si oppone più resistenza e dunque ci si sforza troppo.

Ricordiamo che la corsa è un’attività fisica aerobica che richiede un certo impegno fisico e porta ad un certo dispendio calorico che continua anche quando si è finito di correre; inoltre correre a media intensità favorisce la resistenza del cuore e lo rende più forte con diminuzione dei trigliceridi, della glicemia e della pressione sanguigna.

Gli esperti sostengono inoltre che, date le condizioni ottimali o tendenti all’ottimale, correre riduca i rischi di osteoporosi e migliori l’apparato muscolo-scheletrico oltre a portare alla riduzione nella produzione dell’ormone della crescita e dunque dell’invecchiamento.

Loading...

Vi consigliamo anche