0 Shares 16 Views
00:00:00
14 Dec

Droga: farmaco riduce dipendenza da cocaina

LaRedazione
22 luglio 2013
16 Views

Un nuovo farmaco in grado di ridurre la dipendenza da cocaina, potrebbe presto rappresentare una nuova frontiera, e soprattutto una nuova speranza, per tutti coloro che si stanno trovando ad affrontare una tossicodipendenza più o meno grave. La notizia arriva dagli Stati Uniti d’America, per la precisione dalla Pennsylvania University e dalla sua scuola di medicina, dove il professor Kyle Kapman ha reso noti i primi risultati dei test clinici che hanno stabilito le proprietà anti-dipendenza di un farmaco chiamato topiramato.

Si tratta in realtà di un principio attivo già ampiamente conosciuto in medicina, e che viene principalmente usato per altri aspetti, in primis quello della cura dell’epilessia e dell’emicrania ed in seconda battuta, in combinazione con un altro farmaco chiamato fentermina, per riuscire a far perdere peso in maniera significativa agli obesi.

Il topiramato ha già dunque diverse applicazioni, ma quella per superare la dipendenza da cocaina potrebbe essere quella maggiormente rivoluzionaria, considerando le buone prospettive che i primi test sembrano aver aperto all’orizzonte. D’altronde la cocaina è stata considerata la droga del decennio a causa della sua diffusione molto ampia: considerata una sostanza per ricchi fino agli inizi degli anni novanta, il suo consumo è aumentato a macchia d’olio, con un netto abbassamento dei prezzi per i consumatori ed una diffusione su larga scala nelle aree metropolitane che l’hanno di fatto resa accessibile a tutti.

Il consumo di massa di cocaina sta dunque diventando una piaga sociale non indifferente, ed ecco perché si moltiplicano gli studi per combattere questo tipo di dipendenze. Il topiramato sarebbe particolarmente efficace perché in grado di agire sugli stimoli nervosi dei soggetti in astinenza, aumentando nel cervello i livelli di acido gammaminobutirrico, che di fatto opera come un anticonvulsivo (per questo il topiramato ha effetto anche sulla cura dell’epilessia, e su alcune forme particolarmente gravi di emicrania).

Secondo il professor Kapman, ora saranno effettuati degli studi specifici da parte del dipartimento della School of Medicine della Pennsylvania per riuscire a calibrare al meglio quelli che sono i livelli di topiramato necessari per riuscire a contrastare la crisi d’astinenza in un soggetto dipendente dalla cocaina, ed una volta fissate le dosi, potrebbe essere messo in commercio, in tempi relativamente brevi, un farmaco in grado di aiutare chi ne soffre ad uscire dalla dipendenza e dal tunnel della cocaina.

Loading...

Vi consigliamo anche