0 Shares 13 Views
00:00:00
15 Dec

Frutta e verdura per vivere tre anni in più

LaRedazione
20 luglio 2013
13 Views

A riportare la notizia è l‘American Journal of Clinical Nutrition. Uno studio condotto da un team di medici guidati da Andrea Bellavia, per il Karolinska Insitutet, con sede a Stoccolma ha coinvolto un gruppo di circa settantaduemila persone con età compresa tra i quarantacinque e gli ottantatré anni, delle quali circa il cinquantacinque percento uomini ed il quarantacinque percento donne.

Lo stato di salute degli individui che hanno partecipato allo studio è stato monitorato per ben tredici anni, durante i quali ciascuno di essi ha compilato questionari periodici che registrassero dati sull’alimentazione e si è sottoposto a visite per vedere quale fosse lo stato di salute. Naturalmente, sono stati registrati anche i decessi avvenuti durante il periodo, che risponde al numero di circa undicimila.
Quello che risulta dallo studio è che coloro che consumano un quantitativo di frutta e di verdura inferiore alle cinque porzioni al giorno hanno mediamente una vita più breve e sono soggetti ad ammalarsi più facilmente di vari tipi di patologie, anche piuttosto gravi e, in alcuni casi, addirittura mortali.
Chi, invece, non include nella propria dieta, in modo assoluto, alcuna porzione di frutta e verdura durante la giornata ha un’aspettativa di vita ridotta di tre anni rispetto a chi consuma abitualmente questo genere di alimenti, ed un tasso di mortalità che raggiunge il valore medio del cinquantatré percento.
Vi sono anche alcune persone che mangiano verdura e non mangiano frutta e viceversa. In questi casi è risultato che chi non mangia mai frutta ha un’aspettativa di vita di diciannove mesi inferiore a chi consuma almeno un frutto durante l’arco della giornata e chi non mangia verdura vive fino a trentadue mesi in meno rispetto a chi ne consuma due o tre porzioni ogni giorno.
Analizzando lo studio effettuato dal team del dottor Bellavia risulta che consumando un numero inferiori di cinque pozioni giornaliere tra frutta e verdura si va incontro all’accorciamento dell’aspettativa di vita e ad un più alto tasso di mortalità.
Non viene specificato nello studio se sia preferibile o meno consumare le proprie porzioni di frutta lontano dai pasti, e se sia preferibile quella fresca o quella essiccata: non importa, ciò che porta è apportare al proprio organismo i nutrienti di cui ha bisogno per stare in salute assumendo questo genere di alimenti.
E’ consigliabile, per mantenere un buono stato di salute, cercare di consumare la frutta e la verdura a secondo delle stagionalità, in modo da variare le sostanze nutritive.

Loading...

Vi consigliamo anche