0 Shares 10 Views
00:00:00
15 Dec

Influenza 2011: l’aria secca provoca la diffusione

dgmag - 24 gennaio 2011
24 gennaio 2011
10 Views

Secondo le stime, sono questi i giorni in cui l’influenza 2011 raggiungerà il suo massimo ed è proprio in questi giorni che si registreranno i maggiori problemi per quanti avranno a che fare con raffreddore, febbre e malanni di stagione.

Secondo gli esperti a causare il raffreddore e l’influenza è soprattutto l’aria secca che abbassa la resistenza alle infezioni dei virus che provocano il raffreddore al punto che la diminuzione delle temperature porta anche ad una minor difesa immunitaria.

Per questo motivo, e per evitare che l’influenza 2011 possa diventare davvero problematica, oltre alle regole già descritte il Ministero della Salute raccomanda che siano effettuate nei luoghi di lavoro pulizie con regolarità sia se sono sporche sia se sono risultate toccate da più persone (scrivanie e tavoli, computer e relativi accessori, maniglie, telefoni, lavandini e rubinetti, etc) utilizzando prodotti detergenti ad uso domestico, secondo le istruzioni riportate in etichetta.

Ci si deve però ricordare che il virus influenzale sopravvive sulle superfici non porose per 24-48 ore ma anche che la pulizia delle superfici permette di ridurre notevolmente le possibilità di diffusione del virus stesso.

Oltre alle raccomandazioni sulla pulizia, ricordiamo che l’influenza 2011 può essere debellata utilizzando dei comuni antipiretici e antibiotici solo nei casi raccomandati dai medici.

Loading...

Vi consigliamo anche