0 Shares 15 Views
00:00:00
17 Dec

Influenza 2013, sintomi e durata dell’americana di stagione

dgmag - 5 febbraio 2013
5 febbraio 2013
15 Views

Anche per il 2013 l'influenza sta raggiungendo il suo picco massimo e si calcola che entro la prima metà di febbraio saranno tantissimi gli italiani a letto, dai 4 ai 6 milioni che andranno piano piano a regredire.

I sintomi dell'influenza 2013, già ribattezzata americana, sembrano essere molto aggressivi anche se non si discostano molto dai tipici sintomi dell'influenza stagionale: febbre alta, tosse e raffreddore, mal di testa e dolori muscolari. Non sono previsti sintomi intestinali che però possono comparire in quanto in generale il fisico viene debilitato dall'influenza e dunque abbassandosi le difese immunitarie è l'intero sistema ad essere colpito, stomaco incluso.

Il problema più importante dell'influenza 2013 è la febbre che è alta e continua ad essere alta per 2-3 giorni scomparendo da sola oppure con l'aiuto di paracetamolo: non è consigliabile assumere antibiotici in quanto l'antibiotico lavora contro i batteri e non contro i virus influenzali per cui a meno che non si abbia anche un'infezione batterica in corso questo tipo di farmaci non serve a nulla.

Tutti i sintomi si risolvono nel giro di 7-10 giorni provocando spossatezza e stanchezza per cui se è vero che l'influenza di stagione non si puo' prevenire in nessun modo (a meno che non si sia fatto il vaccino antinfluenzale che comunque non mette automaticamente al riparo dal possibile contagio) è anche vero che mangiando tanta verdura e tanta frutta e bevendo molta acqua si possono tenere sotto controllo i sintomi ed evitare problemi correlati come la disidratazione e la perdita di peso dovuta a mancanza di appetito.

Inoltre siccome si diffonde per via aerea o da contatto è bene lavarsi spesso le mani se si entra in contatto con ambienti affollati (mezzi pubblici, palestre), coprirsi bocca e naso quando si starutisce o si tossisce e anche tentare di respirare con il naso invece che con la bocca quando ci si trova in ambienti chiusi come uffici, palestre e mezzi pubblici.
 

Loading...

Vi consigliamo anche